Il video che annuncia la lineup del Primavera Sound 2018

Il video che annuncia la lineup del Primavera Sound 2018

Il Primavera Sound, il più importante festival musicale europeo, che si tiene ogni anno al Parc del Fòrum di Barcellona, ha annunciato gli artisti che si esibiranno nell’edizione del 2018, che si terrà dal 30 maggio al 2 giugno. Gli headliner saranno i Belle And Sebastian, Bjork, Nick Cave & the Bad Seeds, i National, i Migos e gli Arctic Monkeys. Ma nei molti palchi del festival suonerà un sacco di altra gente famosa, come Lorde, A$AP Rocky, i War on Drugs, Vince Staples, i Chvrches, Fever Ray, gli Unknown Mortal Orchestra, i Mount Kimbie, Tyler, the Creator, gli Haim, Charlotte Gainsbourg, Father John Misty, Arca, Lykke Li, i Beach House, i Grizzly Bear, gli Slowdive e i The Blaze. Per annunciare la lineup, il Primavera ha diffuso un video promozionale in stile western.

Primavera Sound 2018 Line-Up

#PrimaveraUnchainedTickets: http://bit.ly/ticketsPS18

Posted by Primavera Sound on Sonntag, 28. Januar 2018

#PrimaveraUnchainedTickets: http://bit.ly/ticketsPS18

Posted by Primavera Sound on Sonntag, 28. Januar 2018

16 ore di parate di Gianluigi Buffon

16 ore di parate di Gianluigi Buffon

Gianluigi Buffon, portiere e capitano della Juventus, compie oggi 40 anni. Buffon è uno dei più forti portieri della storia del calcio e a fine 2017 è finito al quarto posto della classifica del Pallone d’oro: dietro a Cristiano Ronaldo, Lionel Messi e Neymar; tre così forti che quasi giocano un altro sport. Nella sua carriera ha vinto tutti i trofei più importanti (il campionato otto volte), fatta eccezione per la Champions League e la Coppa intercontinentale. Ha giocato 175 partite in Nazionale, 629 in Serie A e 113 in Champions League: 1033 presenze totali, e in 442 partite non ha subito gol. La sua prima partita in Serie A fu il 19 novembre 1995, quando aveva 17 anni. Fu una delle 442 partite in cui Buffon non subì gol: dall’altra parte c’era il Milan di Fabio Capello, che parlò di Buffon come del migliore in campo di quella partita.

La carriera di Buffon – che potrebbe finire quest’anno, ma ancora non è sicuro – è fatta di tantissimi record. È per esempio riuscito a non subire gol per 973 minuti, nella stagione 2015-2016. Per celebrarlo la Juventus pubblicò su YouTube un video di 973 minuti con le parate di Buffon (alcune delle quali però si ripetono: ma chissà se ve ne accorgerete).

Chievo-Juventus di ieri sera è stata molto più agitata del solito

Chievo-Juventus di ieri sera è stata molto più agitata del solito

Sabato sera la Juventus ha vinto la sua sesta partita di campionato di fila battendo in trasferta 2-0 il Chievo Verona. Entrambi i gol sono stati segnati nel secondo tempo, con il Chievo in campo con due uomini in meno per via delle espulsioni di Samuel Bastien e Fabrizio Cacciatore. Sono state entrambe due espulsioni ingenue, che hanno creato una tensione inusuale durante la partita: Bastien è stato espulso nel primo tempo dopo aver ricevuto il secondo cartellino giallo per una evidente trattenuta, Cacciatore è stato invece mandato fuori a mezz’ora dalla fine per aver mimato il gesto delle manette per contestare l’arbitraggio della partita, un po’ come fece José Mourinho nel 2010 durante un Inter-Sampdoria di campionato.

 

Intorno al 60esimo minuto di gioco, Cacciatore è rimasto a terra per qualche secondo dopo un contrasto di gioco. I medici del Chievo sono entrati in campo per soccorrerlo, ma nel frattempo Cacciatore si è alzato, rendendo inutile l’intervento medico. L’arbitro Maresca lo ha invitato a uscire ugualmente dal campo anche se i medici non erano arrivati fino a lui. Dopo alcune proteste, il terzino del Chievo è corso fuori facendo il gesto delle manette, prima rivolgendosi al pubblico del Bentegodi, poi tenendosi le mani incrociate dietro la schiena. L’arbitro è stato avvisato — probabilmente da uno dei guardalinee — e gli ha mostrato il cartellino rosso. Nei prossimi giorni Cacciatore verrà probabilmente squalificato per diverse giornate.

Nuovo Flash