La linea dell’autobus ispirata a Rodari comparsa a Roma

La linea dell'autobus ispirata a Rodari comparsa a Roma

Da qualche giorno a Roma è comparsa una nuova indicazione su alcune fermate dell’autobus, che a fianco alle normali linee segnala la “Fantastica F 140”, le cui fermate sono chiari riferimenti alle opere per l’infanzia dello scrittore Gianni Rodari. Il nome della linea fa probabilmente riferimento alla teoria di Rodari secondo cui a contrapposizione della logica esiste anche una “fantastica”, cioè l’arte di inventare. Tra le fermate della linea ci sono La torta in cielo, Il pescatore di ponte Garibaldi e Favole al telefono, ma anche Pantheon al limone e Campidoglio al pistacchio. In basso sono indicati anche gli orari della “prima e non ultima partenza” dal capolinea: nei giorni feriali tra le 5,30 e le 25, nei festivi tra le 4,30 e le 33,30.

L’indicazione della linea “F 140”, già commentata sui social e sui giornali, è di color fucsia e nella forma è del tutto simile alle fermate reali: non sembra però essere un’iniziativa ufficiale di ATAC, l’azienda dei trasporti romana, che non ha comunicato nulla al riguardo. Non si sa chi abbia messo l’indicazione. La pagina Facebook di Edizioni EL, tra le prime a diffondere la notizia, ha scritto: «Noi non c’entriamo, ma vorremmo tanto sapere chi è quel genio che l’ha inventata, per dargli un gran bacio in fronte!».

– Leggi anche: I cento anni dalla nascita di Gianni Rodari

Alexandria Ocasio-Cortez non vuole saperne dell’aiuto di Ted Cruz

Alexandria Ocasio-Cortez non vuole saperne dell'aiuto di Ted Cruz

Giovedì Alexandria Ocasio-Cortez, deputata statunitense del Partito Democratico, ha avuto su Twitter uno scambio molto acceso con Ted Cruz, senatore del Partito Repubblicano, che si era detto d’accordo con lei su una questione legata alla storia delle azioni di Gamestop. Ocasio-Cortez ha accusato Cruz di averla «quasi fatta uccidere» durante l’assalto all’edificio del Congresso da parte di sostenitori di Donald Trump lo scorso 6 gennaio.

Lo scambio riguardava quello che sta avvenendo sui mercati finanziari con la crescita fortissima e inattesa dei titoli di alcuni aziende come GameStop e AMC, favorita dal coordinamento online degli utenti del social network Reddit. Ocasio-Cortez, una delle leader dell’ala più di sinistra dei Democratici, si lamentava del fatto che Robinhood, la principale app usata dagli investitori amatoriali per la compravendita di azioni, avesse bloccato la possibilità di fare operazioni sui titoli di GameStop e di altri, definendo la situazione «inaccettabile» e minacciando un intervento ufficiale. Ted Cruz, che invece fa parte dell’ala destra dei Repubblicani, ed è stato tra i più strenui sostenitori di Trump, ha ripreso il tweet della deputata, dicendo di essere «pienamente d’accordo».

Ocasio-Cortez a quel punto ha risposto a Cruz, accusandolo di essere stato uno dei principali istigatori dell’assalto all’edificio del Congresso. Il senatore non ha direttamente incitato gli assalitori, cosa di cui invece è accusato Donald Trump, ma è stato uno dei più attivi nel tentativo di ribaltare il risultato delle presidenziali. Secondo i procuratori americani che stanno indagando sull’attacco, alcuni assalitori avevano intenzione di «sequestrare e assassinare deputati e senatori».

«Sono contenta di lavorare con quasi tutti gli altri membri del Partito Repubblicano che non hanno cercato di farmi uccidere. Nel frattempo se vuoi collaborare ti puoi dimettere», ha scritto Ocasio-Cortez.

In Cina va molto forte una canzone che parla di violenze domestiche

In Cina va molto forte una canzone che parla di violenze domestiche

La canzone più recente di Tan Weiwei, popstar molto famosa in Cina, si intitola “Xiao Juan” e parla di misoginia e violenze domestiche, argomenti che hanno fatto iniziare molti dibattiti e discussioni sui social media cinesi. “Xiao Juan” è l’equivalente del nome inglese “Jane Doe”, che di solito si usa per indicare una donna che è morta e di cui non si conosce l’identità o che ha subito abusi e vuole rimanere anonima (per gli uomini “John Doe”). Nel testo della canzone, Tan fa riferimento sia all’atteggiamento misogino diffuso in Cina, sia ad alcuni episodi di violenze domestiche e uccisioni di cui in Cina si è parlato molto negli ultimi anni. La cantante, nota anche come Sitar Tan, è una dei pochi artisti cinesi ad aver affrontato questioni che in Cina sono ancora un tabù e la prima che stia ottenendo così tanta attenzione.

Un video con i sottotitoli in inglese di “Xiao Juan”

Sulla piattaforma video cinese Bilibili, molto visitata dalle adolescenti, il video di “Xiao Juan” è stato visto più di 1 milione di volte. Quando Tan parla di “pugni, benzina e acido solforico” si riferisce all’uccisione di Lamu, una donna a cui l’ex marito aveva dato fuoco lo scorso settembre; quando dice “dal letto nuziale al letto del fiume”, si riferisce al ritrovamento del corpo smembrato di una donna in una fossa biologica lo scorso luglio. Nella canzone inoltre ci sono diverse parole dispregiative, come “puttana”, “prostituta” o “mangiauomini”: tutte contengono il carattere cinese “nü”, che indica la donna ed è una caratteristica che secondo l’attivista Feng Yuan «riflette la misoginia ben radicata nella cultura» cinese.

“Xiao Juan” cantata da Tan Weiwei in un’esibizione dal vivo

Anche se nel 2005 la Cina ha emanato una legge contro le violenze domestiche, secondo molti attivisti non è particolarmente rispettata, soprattutto nelle piccole città e nelle aree rurali. Secondo l’ong che si occupa dei diritti civili delle donne Equality, di cui Feng è co-fondatrice, da quando la legge è entrata in vigore, nel 2016, sui media del paese sono stati segnalati almeno 900 casi di donne uccise dal loro partner, ma si pensa che i numeri siano molto più alti.

Nuovo Flash