Questa è una lasagna?

Questa è una lasagna?

Da qualche giorno su Twitter è diventata virale la foto di questa “lasagna vegana” postata da una donna che vive in Maryland, negli Stati Uniti. Nella foto si vede una specie di insalata a strati composta da pomodoro, foglie di lattuga, forse carote (c’è dell’arancione lì in mezzo da qualche parte) e una salsa di condimento che sembra maionese, ma non può essere maionese (perché non è una salsa vegana, cioè senza prodotti di origine animale).

La foto ha aperto nuovamente l’annoso dibattito su come chiamare i cibi di origine vegetale che imitano o replicano quelli a base animale. Il tweet ha ricevuto quasi 70mila like e quasi 30mila persone lo hanno commentato, la maggior parte dei quali dicendo che quella nella foto non potrà mai essere considerata una lasagna.

Un deputato americano ha mangiato del pollo fritto in aula come forma di protesta

Un deputato americano ha mangiato del pollo fritto in aula come forma di protesta

Steve Cohen, un deputato Democratico eletto in Tennessee, ha mangiato del pollo fritto durante un’audizione alla Camera come forma di protesta verso l’amministrazione di Donald Trump. Cohen ha portato del pollo in aula – offrendolo anche ai suoi colleghi – per criticare la decisione del procuratore generale Bill Barr di non presentarsi a un’audizione che avrebbe dovuto tenere oggi alla Camera.

Da settimane Barr viene criticato per aver diffuso una sintesi molto parziale del rapporto Mueller prima che ne fosse rilasciata la versione completa. Ieri Barr aveva testimoniato davanti a una commissione del Senato, e non aveva fatto una gran figura; per questa ragione aveva deciso di annullare la sua audizione alla Camera. Cohen, che ha 69 anni ed è deputato da 12, ha allora portato del pollo in aula per prendere in giro la decisione di Barr (in inglese «fare il pollo» vuol dire avere paura di qualcosa).

Oltre al pollo fritto, Cohen ha anche portato una statuetta di un pollo che ha messo sulla scrivania che doveva occupare Barr.

Le case distrutte da una frana a La Paz in Bolivia (video)

Le case distrutte da una frana a La Paz in Bolivia (video)

A La Paz, dove ha sede il governo della Bolivia, una frana ha causato la distruzione di almeno 17 abitazioni, secondo le stime dei giornali locali. Alcuni cedimenti nelle ore precedenti ai crolli avevano permesso di evacuare la zona, evitando che ci fossero morti e feriti. La Paz si trova a circa 3.500 metri sul livello del mare e negli ultimi anni ha avuto una rapida espansione urbanistica, con la costruzione di numerose nuove abitazioni. Le case vengono costruite talvolta su terreni cedevoli, con materiali di scarsa qualità e senza fondamenta sufficientemente solide.

Nuovo Flash