Il nuovo lungo spot di Kenzo, ancora più strano di quello di Spike Jonze

Il nuovo lungo spot di Kenzo, ancora più strano di quello di Spike Jonze

Kenzo, la casa di moda francese fondata dal giapponese Kenzo Takada, ha pubblicato un nuovo video promozionale, per certi versi ancora più strano di quello di agosto diretto da Spike Jonze. In questo – diretto dall’attrice Carrie Brownstein – la protagonista è Abby, una ragazza che deve andare a fare uno strano colloquio. Mentre va verso l’ufficio del colloquio c’è un gruppo di persone che la segue: «Questi chi sono?», chiede; «Sono i tuoi follower», le dicono. Poi arriva all’Institute of the Real and Really Real e lì un personaggio interpretato da Mahershala Ali – il Remy Danton di House of Cards – le dice di essere il ministro delle Relazioni Pubbliche Private. Per prima cosa Abby vede dei cuccioli di cane in un cestino con tanti smartphone attorno, e il ministro dice: «Gli stiamo insegnando a fare selfie, ma capisco la tua titubanza: i selfie sono una grande responsabilità». Abby scopre poi che in quell’ufficio ci sono fogli contenenti tutto ciò che ha scritto su internet e social in vita sua e poi il ministro si propone di esaudire un suo desiderio: essere figlia dell’attrice Natasha LyonnePoi entra Lyonne e dice: «Ciao, chiamami mamma». Le cose però non vanno benissimo. La pubblicità – ma è meglio dire il cortometraggio – si intitola “The Realest Real” ed è proprio strana, a tratti sembra un piccolo episodio di Black Mirror.

Due sposi hanno trovato su Facebook la fede nuziale persa in mare 37 anni fa

Due sposi hanno trovato su Facebook la fede nuziale persa in mare 37 anni fa

Una coppia spagnola ha ritrovato un anello nuziale perso in mare 37 anni fa. Agustin Aliaga e sua moglie Juani Sanchez si sono sposati nel 1979 e cinque mesi dopo il matrimonio avevano perso l’anello facendo il bagno nei pressi dell’isola di Benidorm. L’anello è stato trovato in agosto da Jessica Nisos, una sommozzatrice che poi ha fatto un post su Facebook per trovarne i proprietari. Il post ha avuto più di 80 mila condivisioni ed è stato visto dalla nipote di Aliaga, che ha poi messo in contatto i suoi zii con Nisos per la consegna.

 

Il video di Michel Gondry per una canzone inedita degli White Stripes

Il video di Michel Gondry per una canzone inedita degli White Stripes

City Lights è una canzone che in origine doveva far parte di Get Behind Me Satan degli White Stripes (del 2005), ma era stata poi scartata ed è rimasta inedita fino allo scorso 9 settembre, quando è uscito l’ultimo disco di Jack White, Jack White Acoustic Recordings 1998-2016.
Il nuovo disco raccoglie versioni non pubblicate di canzoni che White aveva registrato quando faceva parte degli White Stripes, dei Raconteurs e da solista.
City Lights è uno dei due inediti degli White Stripes inclusi nel disco. Il video è stato diretto da Michel Gondry, che l’ha girato senza dire niente a Jack White, né alla sua casa discografica: gliel’ha presentato quando era già pronto. La storia della canzone viene disegnata a dita sul vapore condensato della parete di vetro di una doccia.

Nuovo Flash