Il macaco che ha provato ad accoppiarsi con un cervo

Il macaco che ha provato ad accoppiarsi con un cervo

Un macaco del Giappone, una specie di scimmia che vive nelle foreste giapponesi, è stato osservato mentre tenta di accoppiarsi con un sika, una specie di cervo che vive in Asia: è finora il secondo esempio osservato di accoppiamento tra due specie così diverse, dopo quello delle foche con i pinguini. I macachi giapponesi e i sika vivono nello stesso ambiente a stretto contatto, con i cervi che mangiano i frutti fatti cadere per terra dalle scimmie, che saltuariamente fanno anche loro la toeletta e li cavalcano per gioco. Il comportamento del macaco, osservato e filmato nel novembre del 2015, è stato descritto in un articolo pubblicato sulla rivista Primates da Marie Pelé e Alexandre Bonnefoy, che ha spiegato che la scimmia ha provato ad accoppiarsi con almeno due femmine di cervo: una è scappata subito, mentre l’altra non ha opposto resistenza. Il macaco ha fatto circa 15 movimenti di tipo sessuale in un arco di dieci secondi, prima di scendere dal dorso del cervo. Pelé ha escluso che il comportamento della scimmia, che è stata anche ripresa mentre caccia altri esemplari maschi per difendere il cervo, potesse essere qualcosa di diverso da un tentativo di accoppiamento. Secondo i ricercatori la spiegazione più plausibile è quella della mancanza di partner per il macaco, che presumibilmente non godeva di uno status molto elevato nel suo branco.

Il video di un’asfaltatura visto 14 milioni di volte

Il video di un'asfaltatura visto 14 milioni di volte

Più o meno un mese fa la pagina Facebook della contea di Moora, poco lontano da Perth, nel sud ovest dell’Australia, ha condiviso un video girato da un drone ai lavori di asfaltatura di una strada, per spiegare come erano stati finanziati e annunciare il loro completamento. Il video, che è particolarmente soddisfacente per il suo ordine e la sua geometricità, ha però preso un giro particolare di condivisioni e segnalazioni, ed è stato visto 14 milioni di volte, ha ottenuto quasi 100mila reazioni ed è stato condiviso più di 350mila volte. Alan Leeson, l’amministratore della contea, ha spiegato che quando ha visto il numero delle visualizzazioni ha pensato che la pagina Facebook fosse stata hackerata: ha raccontato che intorno a Natale il video era stato visto 5000 volte, e di aver pensato «Cavolo, sono un sacco».

Come sarà il museo che George Lucas aprirà a Los Angeles

Come sarà il museo che George Lucas aprirà a Los Angeles

Il Museum of Narrative Art – un museo che il regista e produttore George Lucas ha in mente di aprire da anni – sarà realizzato a Los Angeles, in California. Fino a circa un anno fa si pensava avrebbe aperto a Chicago; negli ultimi mesi le città più interessate a ospitarlo erano invece state Los Angeles e San Francisco. Lucas investirà circa un miliardo di dollari nella costruzione del museo, che ospiterà circa 10mila tra libri, riviste e illustrazioni, oltre a diversi oggetti di scena usati per i film di Lucas (Star Wars ma non solo). Il museo sarà realizzato a Exposition Park, a sud di Los Angeles; non si sa ancora quando aprirà ma ci sono già le prime immagini di come sarà.

a(Lucas Museum of Narrative Art)

b(Lucas Museum of Narrative Art)

Nuovo Flash