Il canestro pazzesco di Belinelli (a tempo scaduto)

Il canestro pazzesco di Belinelli (a tempo scaduto)

Ieri nella partita di basket NBA tra Charlotte Hornets e Detroit Pistons il giocatore italiano Marco Belinelli ha fatto uno di quei canestri che riescono una volta nella vita ma, purtroppo per lui, non è stato convalidato. Quando mancavano 5 decimi alla fine della partita, e con Detroit in vantaggio 115 a 114, Charlotte, dove gioca Belinelli, ha ottenuto una rimessa laterale. Il giocatore, sorprendendo tutti, invece di passare la palla a un compagno, l’ha fatta rimbalzare sulla schiena di un avversario, poi l’ha ripresa, ha tirato subito e ha anche segnato. Sarebbe stato il canestro vincente della partita e per alcuni secondi i giocatori degli Hornets non sapevano bene se esultare o no. Alla fine l’arbitro però, vedendo l’azione al replay, ha annullato il canestro perché il tempo era scaduto prima che Belinelli lasciasse andare la palla.

Il video che secondo molti dovrebbe diventare una pubblicità di Adidas

Il video che secondo molti dovrebbe diventare una pubblicità di Adidas

Da qualche giorno circola molto un video di circa un minuto e mezzo girato da Eugene Merher, che è tedesco, ha 26 anni e studia cinema. È uno spec spot, una finta pubblicità, fatta senza che il marchio in questione chiedesse di farlo, in questo caso l’azienda è Adidas. Si intitola “Break Free” e il protagonista è un ex maratoneta diventato anziano, che vive in una casa di riposo. “Break Free” ha circa due milioni di visualizzazioni ed è piaciuto così tanto che molti si sono chiesti perché Adidas non lo scelga come sua vera pubblicità. Merher ha detto di aver provato a mandare il video ad Adidas, ma di non aver ricevuto risposta.

La Grande Muraglia cinese vista da un drone

La Grande Muraglia cinese vista da un drone

Il geografo inglese William Lindesay ha realizzato delle spettacolari riprese della Grande Muraglia in Cina utilizzando un drone. Per ottenere queste immagini, Lindesay e la sua famiglia hanno passato più di 60 giorni lungo la Muraglia e percorso più di 15mila chilometri. Oltre alla Grande Muraglia Lindesay e i suoi figli hanno ripreso con il drone anche una costruzione meno conosciuta, la muraglia di Gengis Khan in Mongolia. Si tratta di un muro quasi invisibile da terra, perché completamente ricoperto dal terreno. Grazie alle riprese aeree, però, se ne riescono ancora a vedere le rovine. Lindesay vive da più di trent’anni in Cina, dove ha acquistato una casa proprio ai piedi della Muraglia, e negli anni ha scritto diversi libri sulle sue ricerche geografiche.

Nuovo Flash