Un dialogo tra il presidente del Consiglio e un uomo in mutande

Un dialogo tra il presidente del Consiglio e un uomo in mutande

Durante una visita a Napoli, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha visitato la redazione del giornale online Fanpage: come ha mostrato lui stesso nei video che ha pubblicato su Instagram, a un certo punto si è messo a parlare dal balcone con un uomo in mutande, che gli ha raccontato di essere un avvocato in pensione e poi gli ha parlato di una proposta di legge. Poi purtroppo i video si interrompono.

Come sbucceremo l’aglio nel futuro

Come sbucceremo l'aglio nel futuro

Sta girando molto su Twitter il video di un metodo alternativo per sbucciare l’aglio: uno che evita di sporcarsi le mani e molto veloce, che prevede semplicemente di infilzare gli spicchi con un coltellino, per poi estrarli con una facile torsione. Il video l’ha condiviso l’account @VPestillenZ, che ha spiegato di aver individuato il metodo cucinando molto cibo coreano, ricco di aglio.

L’involontaria diretta Facebook pucciosa di alcuni funzionari pakistani

L'involontaria diretta Facebook pucciosa di alcuni funzionari pakistani

Una normale diretta Facebook di una conferenza stampa con alcuni funzionari governativi del Movimento per la Giustizia del Pakistan nella provincia del Khyber Pakhtunkhwa (Sarhad) ha avuto un fuori programma puccioso: per diversi minuti i suoi partecipanti sono stati mostrati con un filtro che aggiungeva alle loro facce orecchie e baffi da gatto.

Il problema, ha spiegato in seguito il partito, era frutto di un “errore umano”: il responsabile delle riprese si era dimenticato di disattivare il filtro automatico di Facebook, e a quanto pare ha impiegato un po’ di tempo prima di risolvere la situazione e disattivarlo.

Le immagini dei funzionari in versione gatto sono circolate molto online e sono state ampiamente riprese sui social network. Anche per questo motivo il partito ha ritenuto opportuno pubblicare un comunicato per chiarire la situazione, rivendicando comunque il proprio impegno nel diffondere la politica attraverso Internet.

Nuovo Flash