Questo giornalista non doveva essere in una riunione riservata dei ministri della Difesa europei

Questo giornalista non doveva essere in una riunione riservata dei ministri della Difesa europei

Un giornalista olandese, Daniël Verlaan, è riuscito a entrare in una videoconferenza dei ministri della Difesa dei paesi dell’Unione Europea. Ha potuto farlo perché l’account di Twitter del ministero della Difesa dei Paesi Bassi aveva diffuso per errore un’immagine dell’incontro in cui si leggeva quasi tutto il codice per accedervi: con qualche tentativo Verlaan ha scoperto la cifra mancante e si è intrufolato nella videoconferenza. Non appena se ne è accorto Josep Borrell, l’Alto rappresentante degli Affari esteri dell’Unione Europea, gli ha chiesto: «Tu chi sei?». Poi sia lui che Verlaan si sono messi a ridere, il giornalista ha spiegato chi era, si è scusato e ha detto che se ne sarebbe andato. Borrell gli ha ricordato che introdursi in una riunione riservata dei ministri era un reato.

In tutto Verlaan ha assistito solo a qualche minuto della riunione, che poi si è conclusa per ragioni di sicurezza: come Verlaan anche altre persone, compresi agenti dei servizi segreti di paesi estranei all’Unione Europea, avrebbero potuto assistere alla riunione. Il primo ministro olandese Mark Rutte ha commentato la vicenda durante una conferenza stampa dicendo che chi si occupa delle comunicazioni sui social network all’interno dei ministeri deve fare più attenzione.

Vi ricordate il giornalista interrotto dai figli durante un collegamento con BBC?

Vi ricordate il giornalista interrotto dai figli durante un collegamento con BBC?

Per presentare la sua nuova funzione che consente agli utenti di scegliere chi può rispondere ai loro tweet, Twitter ha scelto la persona probabilmente più famosa in fatto di interruzioni: l’analista e professore di relazioni internazionali Robert Kelly, ormai noto anche come #BBCdad. Kelly divenne famoso nel 2017 quando, durante un collegamento via Skype con BBC, sua figlia piccola entrò improvvisamente nella stanza camminando in modo buffo, seguita da un bambino ancora più piccolo e infine dalla moglie di Kelly, che trascinò via dalla stanza i bambini con risultati ancora più comici.

Nel nuovo video, Kelly racconta la funzione di Twitter che serve per mettere fine alle interruzioni sgradite mentre i figli irrompono nella stanza, seguiti da ancora altre persone finché lui le scaccia tutte. Il video è stato realizzato dall’agenzia pubblicitaria David Miami.

Barack Obama e Oprah Winfrey hanno risolto il problema degli eventi online

Barack Obama e Oprah Winfrey hanno risolto il problema degli eventi online

Barack Obama è stato ospite dell’ultimo episodio di Oprah Conversation, il nuovo programma della conduttrice Oprah Winfrey, per parlare del suo libro di memorie, A Promised Land. I due chiacchierano davanti al caminetto di una stanza accogliente che, come ha mostrato un video pubblicato su Twitter da Winfrey, era stata realizzata virtualmente: Obama si trovava infatti a Washington DC e Oprah Winfrey nella sua casa a Santa Barbara. La scelta di condurre l’intervista da remoto è dovuta alle restrizioni per contenere il coronavirus e ha anche permesso ai due di comparire vicini senza indossare la mascherina, in un’atmosfera più rilassata. Il video è stato realizzato con la tecnologia detta chroma key o green screen, che permette di sovrapporre due video o due immagini diverse impostando lo sfondo che si desidera.

Nuovo Flash