Il video di un gambero che si taglia una chela per sfuggire a una zuppa

Il video di un gambero che si taglia una chela per sfuggire a una zuppa

Un gambero di acqua dolce che si è tagliato una chela per sfuggire da un pentolone di zuppa è stato ripreso in un video diventato virale negli scorsi giorni. Il video è stato girato in Cina, e caricato sul social network più diffuso nel paese, Weibo: l’utente che l’ha pubblicato ha detto che ha poi portato il gambero a casa sua, e che lo ha messo in un acquario. I gamberi di acqua dolce sono crostacei molto richiesti in Cina, dove la loro produzione è triplicata dal 2007.

Gepostet von 加藤軍台灣粉絲團 2.0 am Samstag, 26. Mai 2018

Il primo gol di Neymar dopo l’infortunio di febbraio

Il primo gol di Neymar dopo l'infortunio di febbraio

Domenica pomeriggio Brasile e Croazia hanno giocato una partita amichevole in preparazione dei Mondiali 2018, che iniziano il 14 giugno. La partita si è disputata allo stadio Anfield Road di Liverpool ed è stata vinta 2-0 dal Brasile. È stata l’occasione per vedere in campo le formazioni con cui le due nazionali dovrebbero giocare le prime partite dei Mondiali, salvo infortuni e altri imprevisti. Nel Brasile si è rivisto Neymar per la prima volta dopo l’infortunio che gli ha fatto terminare in anticipo la stagione con il PSG, lo scorso febbraio.

Neymar è entrato in campo ad inizio secondo tempo e dopo una ventina di minuti ha segnato il gol del vantaggio per il Brasile: dopo essere entrato in area e aver saltato con facilità due difensori croati, ha calciato in porta di potenza senza che il portiere della Croazia potesse fare niente per fermare la palla.

Dal New Jersey alla Francia grazie all’uragano Sandy

Dal New Jersey alla Francia grazie all'uragano Sandy

Il 14 maggio è stato trovato a Plage du Pin Sec – vicino a Bordeaux, in Francia – un cartello che annunciava la vendita di una casa a Brielle, sulla costa del New Jersey. Il cartello era fatto di plastica, era alto 45 centimetri e largo circa 60 e l’ultima volta che l’avevano visto a Brielle era nel 2012, prima che arrivasse l’uragano Sandy. Come ha scritto il New York Times, nel 2012 il cartello finì in mare e da lì ha percorso i quasi 6mila chilometri che dopo aver attraversato l’oceano Atlantico l’hanno portato in Francia. Un esperto di oceanografia ha anche spiegato al New York Times che è probabile che prima di finire sulla spiaggia francese il cartello abbia attraversato l’oceano per tre volte.

Nuovo Flash