L’altra Francia-Irlanda, quella del fallo di mano di Henry

L'altra Francia-Irlanda, quella del fallo di mano di Henry

Francia-Irlanda è uno degli ottavi di finale degli Europei di calcio che si gioca oggi: tra le due nazionali c’è un precedente molto discusso, che risale al 2009, quando le due nazionali si incontrarono negli spareggi delle qualificazioni per i Mondiali in Sudafrica del 2010. Si qualificò la Francia: all’andata vinse 1 a 0 grazie a un gol di Nicolas Anelka, e al ritorno, in casa, pareggiò 1 a 1. Al ritorno, l’Irlanda andò in vantaggio nel primo tempo, e la partita andò ai supplementari: il gol del pareggio della Francia fu segnato nel primo tempo supplementare da William Gallas su assist di Thierry Henry, che prima di passare la palla al compagno di squadra la toccò più volte con la mano sinistra per non farla uscire dal campo. Ci furono molte polemiche ma non ci fu nessuna conseguenza per la Francia.

In questi giorni in Spagna il mercato della frutta di Andorra non è quello che sembra

In questi giorni in Spagna il mercato della frutta di Andorra non è quello che sembra

La legge elettorale in vigore in Spagna dal 1985 proibisce la pubblicazione dei sondaggi elettorali nei cinque giorni precedenti al voto. In Italia c’è una legge simile (il divieto riguarda i 15 giorni precedenti le elezioni), che ogni volta viene aggirata pubblicando sondaggi travestiti da altro, come le “corse di cavalli” o “retroscena sul conclave”. Anche in Spagna hanno trovato un modo per aggirare la legge: vengono diffusi i dati dei sondaggi parlando del prezzo della frutta (ci sono anche varianti: in alcuni casi si parla di cocktail). I dati vengono messi insieme dal El Periòdico de Andorra (che ha sede nel principato di Andorra) e vengono diffusi dall’account Twitter di Electograph (con l’hashtag #disfrutalafruta) e ripresi da diversi giornali spagnoli, anche i più importanti. L’acqua è il Partito Popolare (PP), l’uva (o la melanzana, a seconda) Unidos Podemos (UP), la fragola il Partito Socialista (PSOE) e l’arancia Ciudadanos.

https://twitter.com/Electograph/status/746658031031693313

Kanye West ha messo su Tidal un video di “Famous”, pieno di celebrità nude (e finte)

Kanye West ha messo su Tidal un video di “Famous”, pieno di celebrità nude (e finte)

Il rapper americano Kanye West ha diffuso il video ufficiale di “Famous”, una canzone del suo ultimo disco The Life of Pablo. West ha mostrato il video in anteprima durante un evento al Great Western Forum di Los Angeles, trasmesso in diretta in streaming: il video completo per ora è disponibile solo su Tidal, il servizio di streaming in alta qualità di Jay Z. Si sta parlando molto del video di “Famous”, di cui circolano dei frammenti su internet, perché in una scena si vedono molte celebrità nude in un enorme letto: ci sono tra gli altri Kanye West, sua moglie Kim Kardashian, le cantanti Taylor Swift e Rihanna, la direttrice di Vogue Anna Wintour, il candidato repubblicano alla presidenza degli Stati Uniti Donald Trump, l’ex atleta Caitlyn Jenner, l’attore – coinvolto in un grande caso di molestie sessuali – Bill Cosby e la modella Amber Rose. West non ha ancora spiegato quali tra le persone mostrate abbia realmente recitato per il video (una potrebbe ad esempio essere Rihanna), ma in molti hanno notato che almeno alcuni – sicuramente Trump, e molto probabilmente Taylor Swift – sono delle statue (molto realistiche). Nel testo della canzone c’è un riferimento molto esplicito a Swift, con la quale West in passato ebbe una famosa discussione agli MTV Video Music Awards del 2009. La scena del video di “Famous” con la gente nuda è ispirata a un dipinto del 2008 dell’artista Vincent Desiderio, intitolato “Sleep”.

Nuovo Flash