Anche Manu Ginobili dice che questo è uno dei canestri allo scadere più difficili di sempre

Anche Manu Ginobili dice che questo è uno dei canestri allo scadere più difficili di sempre

Domenica 19 dicembre l’Olimpia Milano ha giocato contro la Sidigas Avellino in una partita della Serie A di basket: la partita è finita dopo due tempi supplementari e alla fine è stata vinta da Avellino per 94 a 92, ma la cosa notevole è come è finito il primo tempo supplementare. Le due squadre erano sull’83 pari, quando Curtis Jerrels di Milano ha segnato un canestro da tre a pochissimi secondi dalla fine. Milano è andata quindi sull’83 a 86, con 1,10 secondi sul cronometro: sembrava ovviamente finita, ma Avellino ha fatto un ultimo tentativo lanciando la palla nella metà campo avversaria, un po’ disperatamente. Dopo un rimpallo fortunato, però, Ariel Filloy – tra i migliori giocatori dell’Italia agli ultimi Europei – ha ricevuto il pallone in corsa, dall’angolo del campo. Ha fatto una cosa incredibile: ha messo un piede fuori dalla linea da tre e ha tirato in una frazione di secondo, cadendo all’indietro, segnando e pareggiando. Grazie a quel canestro, Avellino ha portato la partita al secondo supplementare, e poi ha vinto.

Ieri, il giocatore argentino Manu Ginobili, che da anni gioca nei San Antonio Spurs ed è una delle più forti guardie degli ultimi vent’anni, ha condiviso il video su Twitter – peraltro condividendo un tweet della Giornata Tipo, famosa pagina di basket italiana – definendolo: «Uno dei canestri allo scadere più fighi e difficili che abbia mai visto!».

I titoli di testa di “Godless”, da oggi su Netflix

I titoli di testa di "Godless", da oggi su Netflix

Godless è una serie tv western prodotta e distribuita da Netflix, e ideata da Steven Soderbergh e Scott Frank, lo sceneggiatore di Logan – The Wolverine e Minority Report. È una miniserie – sette episodi da circa un’ora e un quarto ciascuno – che parla di un cattivissimo fuorilegge che cerca l’ex membro della sua banda, che ora ha cambiato vita e sta in un villaggio abitato da sole donne. Ci sono Jeff Daniels e Jack O’Connell (Cook di Skins). Se ne sta parlando in genere abbastanza bene. Questi sono i titoli di testa: molto western, e forse anche un po’ Westworld.

KFC ha fatto una tenda per isolarsi da Internet che costa solo 10mila dollari

KFC ha fatto una tenda per isolarsi da Internet che costa solo 10mila dollari

La catena di fast food KFC è nota soprattutto per il suo pollo fritto, ma gestisce in parallelo alcune iniziative per vendere online prodotti con il suo marchio, a volte molto estrosi. Negli ultimi giorni, in corrispondenza con una delle settimane più redditizie per lo shopping negli Stati Uniti (quella del Black Friday), KFC ha messo in vendita una sorta di tenda a forma di cupola che serve per isolarsi dal resto del mondo.

Si chiama Internet Escape Pod ed è realizzata con acciaio inossidabile e altri materiali ad alta densità, che ostacolano il passaggio delle onde radio rendendo quindi inutilizzabili cellulari e dispositivi che si collegano a Internet con il WiFi. Come suggerisce il nome, la cupola dovrebbe servire per sfuggire alla Rete e starsene con gli amici in pace senza stimoli dall’esterno. Oltre ad avere un inquietante Colonnello Sanders (il simbolo di KFC) steso sopra la tenda, l’intero sistema costa 10mila dollari. Il pollo fritto non è incluso.

 

Nuovo Flash