La pubblicità di Apple diretta da Spike Jonze, con FKA Twigs che balla

La pubblicità di Apple diretta da Spike Jonze, con FKA Twigs che balla

Apple ha diffuso una nuova pubblicità per HomePod, il suo assistente per la casa: è diretta dal regista Spike Jonze, c’è la cantante e ballerina britannica FKA Twigs e dura quattro minuti. Più che una pubblicità, è un cortometraggio. Jonze è famoso per aver diretto Essere John MalkovichIl ladro di orchidee e Her e nel 2016 diresse una notevole pubblicità per il profumo di Kenzo, in cui la protagonista ballava con grande enfasi. Nella pubblicità di HomePod, la protagonista torna a casa in metro dopo una difficile giornata di pioggia e chiede a Siri di far partire dall’HomePod una canzone che le piaccia. La canzone è “Til it’s over” di Anderson Paak  e anche qui la protagonista si mette a ballare e mentre lo fa la sua casa si trasforma.

La canzone di Anderson Paak è per ora disponibile solo su Apple Music e per il momento HomePod non è disponibile in Italia. Negli Stati Uniti costa 349 dollari e The Verge ha scritto che è «il paradigma di come Apple faccia tutto per incastrare gli utenti nei suoi servizi: l’assistente per la casa funziona infatti solo con Siri e con Apple Music».

C’è una nuova canzone di Sade

C'è una nuova canzone di Sade

A sette anni di distanza dal suo ultimo disco, è uscita “Flower of the Universe”, una nuova canzone della cantante inglese Sade, leader dell’omonima band molto popolare negli anni Ottanta. La canzone fa parte della colonna sonora di Nelle pieghe del tempo, un nuovo film prodotto da Disney e adattato dal romanzo omonimo del 1963 di Madeleine L’Engle.

Gli assistenti vocali di Amazon ridono senza motivo

Gli assistenti vocali di Amazon ridono senza motivo

Amazon ha ammesso di avere un problema con i suoi assistenti vocali Alexa: alcuni utenti hanno segnalato che di tanto in tanto ridono senza motivo, in un modo un po’ inquietante. «Ne siamo al corrente e stiamo lavorando per risolverlo», ha detto Amazon a The Verge. Alexa è un assistente vocale, non ancora disponibile in Italia, che funziona su diversi dispositivi: nelle scorse settimane diversi utenti hanno cominciato a segnalare sui social network di averlo sentito ridere senza che rispondesse a un ordine o a uno stimolo, dal nulla. Un utente è anche riuscito a filmarlo. In un comunicato, Amazon ha detto che diffonderà un aggiornamento per risolvere il problema, spiegando che si verifica in rare circostanze quando l’assistente credeva di aver ricevuto il comando “Alexa, laugh” (cioè Alexa, ridi): il comando è stato cambiato in “Alexa, can you laugh?”.

Nuovo Flash