Il Comune di Roma, l’Atac e la Shoah

Il Comune di Roma, l'Atac e la Shoah

Il Comune di Roma ha annunciato venerdì, per la Giornata della Memoria, di avere attivato, grazie a “un’operazione di co-marketing”, un’iniziativa per offrire abbonamenti gratuiti per i mezzi pubblici ai “perseguitati razziali sopravvissuti ai campi di sterminio e residenti a Roma”. Ma alcune verifiche giornalistiche hanno sostenuto che a beneficiarne sarebbero solo dieci persone, che a loro volta sono già esentate dal pagamento per ragioni di età, scrive Repubblica:

Il ticket annuale per metro, autobus, tram e alcune ferrovie regionali è da sempre gratuito perché le pensioni dei superstiti, come deportati o perseguitati razziali, sono equiparate alla prima categoria delle pensioni di guerra che prevedono una serie di agevolazioni come l’abbonamento per i trasporti pubblici.

atac

La copertina di Vanity Fair Messico con Melania Trump

La copertina di Vanity Fair Messico con Melania Trump

La presenza della First Lady degli Stati Uniti, Melania Trump, sulla copertina del numero di febbraio dell’edizione messicana della rivista Vanity Fair ha generato qualche protesta in Messico, per via dei recenti interventi del marito Donald Trump, 45esimo presidente degli Stati Uniti, che pochi giorni fa ha firmato un ordine esecutivo per iniziare la progettazione di un muro al confine col Messico, che avrebbe come obiettivo quello di interrompere l’immigrazione clandestina. Dopo aver vinto le elezioni, Trump ha ripreso più volte la sua promessa di costruire il muro e di farlo pagare al Messico, cosa che però è già stata contestata dal presidente messicano Enrique Peña Nieto, che ha pure annullato una visita negli Stati Uniti di conseguenza. Mercoledì scorso, parlando con ABC News, Trump aveva spiegato che la costruzione del muro dovrebbe iniziare «appena saremo fisicamente pronti, direi nel giro di qualche mese» e che intanto la sua progettazione sarebbe cominciata «immediatamente». Molti, fra lettori e giornalisti messicani, stanno criticando la scelta di Vanity Fair, dato il contesto in cui è stata pubblicata, parlando di “mancanza di sensibilità”. Oltre al servizio su Melania Trump, il numero della rivista contiene anche un’intervista al marito Donald Trump.

melania-trump-vanity-fair

Nuovo Flash