(Il Post)

Otto cose che abbiamo comprato il mese scorso

Cuffie antirumore, tappetini per facilitare il mantenimento dei buoni propositi e cappelli che non volano via col vento, tra le altre cose

(Il Post)

Wishlist è la rubrica mensile in cui parliamo degli acquisti online personali dei redattori, e vi suggeriamo oggetti che abbiamo provato noi stessi, di cui siamo soddisfatti al punto di consigliarveli. Prima questi oggetti arrivavano in redazione. Da quando la normalità è parzialmente sospesa, arrivano direttamente nelle nostre case.

Cuffie con cancellazione del rumore
All’inizio degli ennesimi lavori di ristrutturazione nel suo condominio, il peraltro vicedirettore del Post è andato a cercare l’articolo di Consumismi sugli oggetti per isolarsi dal rumore e ha concluso un acquisto che definisce “salvavita”, riflettendo sui modi meno scontati con cui il Superbonus stia stimolando l’economia italiana. Ha comprato le cuffie Bluetooth con cancellazione attiva del rumore QuietComfort 35 II di Bose, molto raccomandate anche per la qualità del suono e la comodità: costano 269 euro (benissimo spesi, fa intendere lui).

(Il Post)

Bretelle catarifrangenti
Senza niente togliere alle luci per bici a induzione del redattore ciclista cittadino di dicembre, un altro redattore ciclista cittadino ha deciso di comprare per sé ma soprattutto per suo figlio – che si scorda sempre di accendere le luci della bici – delle pratiche bretelle catarifrangenti, con cui è IMPOSSIBILE non essere visti. Sono molto leggere e adattabili a tutte le misure, ripiegate stanno nella tasca del giubbotto o sotto la sella della bici, non si scaricano mai e non sono molto appetibili da rubare.
Il redattore dice che funzionano bene anche per andare a correre quando è buio, dato che si possono regolare in modo da essere molto aderenti. Costano 12 euro, su Amazon.

(Il Post)

Un cappello che non vola via con il vento
Un redattore che è stato da poco in Giordania dice che per il viaggio aveva cercato un cappello che lo riparasse dal sole ma che si potesse assicurare sotto al mento, in modo che il vento non lo facesse volare via. Ha trovato questo di North Face: ne è rimasto molto soddisfatto, anche se non lo consiglia per giornate in cui le temperature scendono al di sotto dei 10 gradi. Costa 26 euro, su Zalando.

(Il Post)

Una maglia termica di lana merino
Grazie a una forma di entusiastico passaparola redazionale, da queste parti i fan dell’abbigliamento tecnico-sportivo e termico in lana merino si stanno moltiplicando.
La lana merino ha tre proprietà che la rendono particolarmente adatta come abbigliamento tecnico per fare attività fisica: si asciuga subito perché è molto traspirante, regola la temperatura quindi si può usare sia d’estate che d’inverno, fa sudare meno e non puzza, cosa che non si può dire delle maglie sintetiche. Lo conferma una redattrice che ha di recente comprato una maglia – al 100 per cento di lana merino, appunto – a maniche lunghe: nelle ultime settimane l’ha usata con pari soddisfazione in montagna, per sciare, e durante lunghe passeggiate per le strade di New York. L’ha trovata da Decathlon, a 35 euro.

(il Post)

Due profumi con una storia
Spiega la collaboratrice appassionatissima di profumi: «Masque Milano è il marchio di una profumeria artistica. Io ho comprato Love Kills che è una fragranza che fa parte della collezione Opera, divisa in “atti” e “scene”. Mi hanno raccontato che i creatori dei profumi – che in gergo tecnico vengono definiti “nasi” – non avevano limiti di budget e hanno potuto spaziare e scegliere liberamente tra le materie prime. Il packaging è molto curato e il vetro resistente: se lanci la bottiglietta da 30 ml non si spacca neanche volendo. Sulla confezione, infine, c’è il nome del “naso” che ci ha lavorato, ed è raro che succeda». È una linea MOLTO costosa: lei ha scelto la boccetta da 10 ml che costa 48 euro. Dello stesso brand ha poi comprato il profumo Madeleine, della linea Le donne di Masque, a 45 euro.

(Il Post)

Un tappetino per lo yoga e per i buoni propositi per il 2022
Una redattrice che crede molto nel potere dei buoni propositi di inizio anno (e per la quale – proprio per questo – i buoni propositi a volte funzionano) sta riuscendo con successo a fare yoga tutte le mattine seguendo il programma Move di Yoga With Adriene, (che è fatto di brevi lezioni da 30 minuti, dura 30 giorni ed è gratuito, su YouTube). Va bene anche per chi non fa alcun tipo di movimento dall’inizio della pandemia, anche se forse è più adatto a persone che abbiano già almeno provato a fare yoga e che siano a loro agio con l’inglese. Per seguire il programma, la redattrice ha cercato un tappetino di buona qualità, che non scivolasse sul parquet, e ha scelto questo di Nike, che costa 40 euro.
Dice che però se il pavimento non è scivoloso, si può provare anche senza.

(Il Post)

Un cofanetto di birre artigianali
Un redattore ha comprato «un cofanetto di birre artigianali più bicchiere su Hopt, per un regalo di Natale a un amico appassionato di birre; ho però manomesso il pacco, sostituendo alcune lattine con altre birre che potrebbe gradire di più conoscendo i suoi gusti (ne ho anche aggiunta una: il cofanetto è da 5)». Il cofanetto senza manomissioni ora costa 12 euro e 50.

(Il Post)

Palline in lana per ammorbidire i tessuti nell’asciugatrice
Un redattore ha acquistato un set di palline di lana per l’asciugatrice, e dice che funzionano. Interrogato da colleghi curiosi sul senso di quel “funzionano”, ha spiegato: «Funzionano nel senso che ammorbidiscono parecchio tutto, soprattutto le cose di lana». Le palline promettono anche di prevenire la formazione di inestetiche pieghe sui capi da asciugare, ma il redattore dice che su questo fronte i risultati sono meno evidenti. Costano 13 euro, su Amazon.

(Il Post)

– Leggi anche: Le 10 cose più comprate dai lettori del Post nel 2021

Se ne vuoi ancora, qui trovi tutte le liste degli oggetti che abbiamo comprato nei mesi passati.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.