• Mondo
  • martedì 11 Gennaio 2022

In Venezuela l’opposizione ha vinto le elezioni nello stato dove era nato l’ex presidente Hugo Chávez

Domenica in Venezuela l’opposizione al partito del presidente Nicolás Maduro ha vinto le elezioni governative nello stato di Barinas, dove era nato l’ex presidente Hugo Chávez e che per più di vent’anni era stato governato da membri della famiglia Chávez. Lo stato di Barinas era l’unico dove non era stato proclamato un vincitore nelle elezioni governative svolte a novembre: la Corte Suprema aveva infatti interrotto lo scrutinio che dava in vantaggio il candidato dell’opposizione Freddy Superlano a causa di procedimenti giudiziari a suo carico e lo aveva squalificato, ordinando la ripetizione del voto.

Il risultato ottenuto dall’opposizione è stato molto commentato, oltre che considerato di grande importanza simbolica: Maduro, erede politico di Chávez, governa infatti il Venezuela in maniera estremamente autoritaria, lasciando pochissimi spazi all’opposizione.

Alle elezioni di domenica, Sergio Garrido, candidato del movimento di opposizione al Partito Socialista Unito (PSUV) di Maduro, ha sconfitto l’ex ministro degli Esteri Jorge Arreaza con il 55,3 per cento delle preferenze, contro il 41,2 per cento di Arreaza. Lo stato di Barinas era stato governato dal 1998 al 2008 dal padre dell’ex presidente venezuelano Hugo Chávez, dal 2008 al 2017 da Adan Chávez, fratello maggiore di Hugo, e dal 2017 ad oggi da Argenis Chávez, altro fratello dell’ex presidente. Anche Arreaza è legato alla famiglia Chávez, essendo stato sposato per dieci anni con Rosa Virginia Chávez, figlia di Hugo.

– Leggi anche: “Súper Bigote”, il supereroe che assomiglia al presidente venezuelano Nicolás Maduro

Sergio Garrido, il candidato dell'opposizione che ha vinto le elezioni nello stato di Barinas, in Venezuela (AP Photo/Matias Delacroix)