(Roberto Monaldo / LaPresse)

Beppe Grillo ha una nuova definizione per Giuseppe Conte

«È uno dei più grandi specialisti di penultimatum che abbia mai visto», dice

(Roberto Monaldo / LaPresse)

Durante un convegno sulla transizione energetica organizzato alla Camera dal Movimento 5 Stelle, il garante del partito Beppe Grillo ha commentato la recente e discussa decisione del presidente, Giuseppe Conte, di boicottare le trasmissioni Rai. Notando la presenza di diversi giornalisti in sala, fra cui verosimilmente c’era anche qualcuno che lavorava per la Rai, Grillo ha detto: «Mi fa piacere che c’è di nuovo la stampa, che abbiamo di nuovo dei rapporti: Conte è un gentleman, non riesce a dare degli ultimatum, è uno dei più grandi specialisti di penultimatum che abbia mai visto».

Grillo si riferisce forse al fatto che nella sua carriera da presidente del Consiglio, soprattutto durante il governo con la Lega, Conte era noto per rinviare il più a lungo possibile ogni questione potenzialmente spinosa, finendo per imporsi molto raramente.

Quella di Grillo era una battuta, alla quale peraltro Conte ha sorriso, ma diversi giornali ci hanno visto la conferma che il rapporto fra i due rimane piuttosto conflittuale. A luglio Grillo aveva dato a Conte dell’incapace, accusandolo di non avere «né visione politica, né capacità manageriali»: poi avevano fatto pace.

Rispondendo a una domanda sulla battuta di Grillo durante la conferenza stampa dopo il convegno, Conte ha ribadito che Grillo era d’accordo con la sua decisione di boicottare le trasmissioni Rai dopo la recente nomina di nuovi direttori dei telegiornali, che ha lasciato molto scontento il M5S. «Non c’è stata nessuna divergenza su quel che è avvenuto», ha detto Conte.

– Leggi anche: Il M5S è scontento delle nomine Rai