(Maryna Andriichenko/iStock)
  • Articolo Sponsorizzato

Cucinare insieme al proprio bambino e bambina, in 15 minuti

Spiegato tutto in un libro, in offerta insieme ad altri (e c'è pure una shopper con Maria Montessori punk)

(Maryna Andriichenko/iStock)

Chi lavora e ha una bambina o un bambino ha generalmente poco tempo libero. Anche i pasti, e la loro preparazione, rischiano di diventare una pratica da sbrigare come le innumerevoli altre nell’arco della giornata. Ciò può portare a consumare spesso cibi preconfezionati e surgelati scaldati al microonde, una consuetudine alla lunga non sana, e soprattutto a rinunciare a un momento importante di socialità, come può essere appunto quello della preparazione dei pasti.

Per venire in soccorso ai genitori che non vogliono rinunciare a questi momenti, Caterina Vignuda, pediatra esperta di nutrizione e di cucina, ha scritto il libro Una pediatra in cucina, in cui elenca una serie di ricette sane e saporite che i genitori possono preparare insieme al proprio bambino e alla propria bambina in soli quindici minuti. Una pediatra in cucina è uno dei prodotti disponibili in offerta con il 20 per cento di sconto dal 2 al 30 novembre all’interno del BlackUppa, la campagna di promozione di libri di Uppa, casa editrice, ma anche magazine, che ospita i contributi di pediatri, pedagogisti, psicologi, ostetriche e altri esperti. Tra le iniziative di Uppa c’è anche una newsletter gratuita che si chiama Passo dopo passo, basata sull’importanza dei “primi mille giorni”, cioè l’arco temporale che va all’incirca dal concepimento ai primi due anni di vita di un bambino e di una bambina.

Il libro di Vignuda parte da una premessa fondamentale: per evitare di ricorrere a cibi preconfezionati, che spesso possono avere un apporto calorico eccessivo ed essere ricchi di grassi di scarsa qualità, è necessario organizzarsi in modo da avere in casa gli ingredienti con cui realizzare ricette semplici e veloci. Se non si riesce a fare la spesa ogni giorno, l’ideale è congelare solo prodotti freschi per averli sempre a disposizione. Oltre a garantire un’alimentazione più corretta, preparare piatti insieme ai genitori dà inoltre al bambino e alla bambina la possibilità  di sperimentare diverse competenze motorie, come ad esempio pestare, tagliare, sfogliare o sbriciolare. Inoltre aiutare i genitori in cucina insegna a concentrarsi su un’attività specifica e ad affrontare i piccoli imprevisti che sono caratteristici dell’attività di preparazione dei pasti.

Bambini e bambine, spiega la pediatra, possono così imparare a mangiare sano quasi giocando e facendo esperienza con i colori, gli odori e le consistenze dei vari ingredienti. Secondo la pediatra si tratta di un’esperienza educativa che potrà portare l’adulto di domani a fare scelte alimentari salutari. Per quanto riguarda la preparazione vera e propria dei piatti, secondo Vignuda ci sono poi alcune regole auree che andrebbero sempre seguite: ad esempio adeguare le quantità all’età del bambino e della bambina (meglio porzioni modeste e aspettare che sia lui e lei a chiederne ancora), usare sempre olio extravergine di oliva, salare poco i cibi, cercando di renderli appetitosi usando materie prime di ottima qualità e sfruttando le spezie.

A novembre non sarà in offerta soltanto Una pediatra in cucina, ma tutti i titoli del catalogo di Uppa, scontati del 20 per cento. Tra i numerosi volumi pensati per i genitori c’è Zerocinque, il bestseller della casa editrice, che è stato scritto da sei esperti, pediatri e pedagogisti, ed è un manuale di oltre 270 pagine sulla salute e l’educazione dei bambini e delle bambine da zero a 5 anni: dall’allattamento, al sonno, alla scelta della scuola. Ogni tema viene affrontato attraverso le varie fasce d’età e al testo vero e proprio vengono affiancati diversi “specchietti” con consigli pratici.

Diventare grandi, insieme di Silvana Quadrino, pedagogista specializzata in psicologia clinica dell’età evolutiva e psicoterapia della famiglia, è invece dedicato alla comprensione dei passaggi chiave della genitorialità. Affronta temi molto attuali come la sensazione di inadeguatezza di fronte al compito educativo di crescere un bambino o una bambina, il rapporto che ogni famiglia ha con la salute e i medici, le aspettative nei confronti dei bambini e delle bambine e l’impatto che queste dinamiche hanno su di loro.

In offerta c’è anche Qui abita un bambino, manuale illustrato della pedagogista Annalisa Perino che parte dai principi educativi di Maria Montessori e spiega come rendere la casa un ambiente a misura di bambino e bambina. Il libro prova a rispondere a una delle più grandi domande di molti genitori: bisogna privilegiare le regole o la libertà? Il manuale ha un approccio molto pratico, con proposte di attività diversificate per età.

Maria Montessori è anche la protagonista di uno dei gadget che, insieme ai libri, fanno parte della promozione BlackUppa: chi acquista due libri riceverà in omaggio una shopper di cotone su cui la pedagogista ed educatrice è ritratta come la regina Elisabetta d’Inghilterra nel celebre album del 19977 dei Sex Pistols “God Save the Queen”. Chi ne acquista tre avrà in regalo anche un magnete con la stessa grafica della shopper.

Montessori

La shopper di Uppa con Maria Montessori in veste punk, i magneti e il libro “Una pediatra in cucina