Valentino Rossi firma autografi a Misano nel 2010 (Mirco Lazzari/Getty Images)
  • Sport
  • giovedì 21 Ottobre 2021

L’ultima gara in Italia di Valentino Rossi

Domenica a Misano Adriatico il più grande pilota della sua generazione inizia a congedarsi dal Motomondiale davanti al pubblico di casa

Valentino Rossi firma autografi a Misano nel 2010 (Mirco Lazzari/Getty Images)

Il Gran Premio dell’Emilia-Romagna, la terzultima gara del Motomondiale che si corre domenica pomeriggio sul circuito di Misano Adriatico, sarà l’ultima in Italia del più grande pilota della sua generazione, Valentino Rossi. Si correrà peraltro a neanche 20 chilometri da Tavullia, il paese dove Rossi è cresciuto e dove abita ancora: tra venerdì e sabato il circuito ospiterà quasi 35mila spettatori al giorno.

Come annunciato ad agosto, al termine della stagione e dopo venticinque anni di carriera, Rossi si ritirerà. Ha parlato del suo ritiro di recente in un’intervista a Dazn: «Sono entrato in paranoia pensando all’ultima gara a Valencia. Penso di non essere preparato per il momento in cui smetterò di essere un pilota di MotoGP. L’addio al Motomondiale non sarà facile, non mi ero ancora preoccupato, ma adesso ho realizzato che la mia vita sta per cambiare».

A 42 anni Rossi sta disputando la sua ventiseiesima stagione nel Motomondiale e la ventesima in MotoGP, la classe principale. Con nove titoli è il quinto pilota più vincente della storia del motociclismo, e l’unico ad aver vinto il titolo in quattro classi diverse. In MotoGP ha corso 369 gare, vincendone 89 e andando 199 volte sul podio. Quindici di queste gare le ha corse a Misano, nel tradizionale Gran Premio di San Marino, in un circuito in cui ha vinto tre volte.

In molti si chiedono come sarà il Motomondiale e il motociclismo italiano dopo che Rossi si sarà ritirato. Nella sua carriera ha infatti contribuito più di ogni altro pilota alla popolarità del campionato, tra costanza nelle vittorie e un approccio che lo hanno reso il motociclista più amato e famoso, l’unico che in qualunque circuito nel mondo è sostenuto da intere tribune di spettatori colorate di giallo (il suo colore) e di bandiere con il numero 46. Una popolarità internazionale paragonabile forse solo a quella della Ferrari nel mondo delle corse automobilistiche.

Parlando della sua ultima gara a Misano, Rossi ha detto: «Sarà una gara speciale, spero davvero che i tifosi italiani possano godersela». Il weekend di gare sarà preceduto giovedì sera dalla tradizionale conferenza stampa dei piloti (ore 17). Venerdì mattina a partire dalle 9 inizieranno le prove libere: una sessione al mattino e una pomeridiana. Sabato, dopo le terze prove libere mattutine, alle 14.10 inizieranno le qualifiche. La gara è in programma domenica a partire dalle 14. Si potrà vedere in abbonamento su Sky e Dazn, o in differita di qualche ora su TV8.

A tre gare dalla fine del Mondiale, Rossi non ha più nulla da ottenere dalla classifica, dove è ventunesimo dietro al fratello Luca Marini, di diciotto anni più giovane. Un coetaneo di Marini, Francesco Bagnaia, pilota italiano cresciuto nel team ufficiale di Rossi — lo Sky Racing Team VR46 — è ora in corsa per la vittoria del Mondiale. Bagnaia ha 202 punti in classifica, 52 in meno del francese Fabio Quartararo, il pilota che l’anno scorso ha sostituito proprio Rossi nel team ufficiale della Yamaha.

***

Il Post ha un’affiliazione con Dazn e ottiene un piccolo ricavo se decidete di provare il servizio di streaming partendo dai link presenti in questa pagina.