Alexander Schallenberg (AP Photo/Lisa Leutner)
  • Mondo
  • lunedì 11 Ottobre 2021

Alexander Schallenberg è il nuovo cancelliere austriaco

Ha giurato oggi, prendendo il posto di Sebastian Kurz, che si era dimesso sabato a causa di un'indagine per corruzione

Alexander Schallenberg (AP Photo/Lisa Leutner)

Alexander Schallenberg è il nuovo cancelliere austriaco: ha giurato lunedì e ha preso il posto di Sebastian Kurz, leader del partito di centrodestra ÖVP, che si era dimesso sabato dall’incarico di capo del governo a causa di un’indagine per corruzione in cui è coinvolto. Fino ad oggi Schallenberg era stato ministro degli Esteri, ed era stato proprio Kurz a fare il suo nome come possibile nuovo cancelliere.

Schallenberg ha 54 anni ed è un diplomatico di carriera entrato da poco in politica. È figlio di un ex ambasciatore: è nato a Berna, in Svizzera, ma è cresciuto fra India, Spagna e Francia, seguendo gli incarichi diplomatici del padre. È diventato anche lui diplomatico, nel 1997, e poi ministro degli Esteri, nel giugno 2019, nominato proprio da Kurz (che prima di diventare cancelliere era stato a sua volta ministro degli Esteri).

Kurz, a cui Schallenberg è considerato molto vicino, continuerà comunque a svolgere un ruolo importante nella politica austriaca. Rimarrà capogruppo dell’ÖVP nel Parlamento austriaco e secondo le opposizioni continuerà a influenzare pesantemente le decisioni del governo, diventando una specie di “cancelliere ombra” di Schallenberg.

Kurz era al suo secondo mandato da cancelliere, e da qualche giorno si è saputo che è indagato insieme ad altre nove persone con l’accusa di avere usato illegittimamente alcuni fondi del ministero delle Finanze tra il 2016 e il 2018 per manipolare i sondaggi a suo favore e a favore del suo partito. Il primo mandato di Kurz era iniziato nel dicembre 2017 ed era terminato nel maggio 2019; il secondo era iniziato nel gennaio 2020.

– Leggi anche: Perché si è dimesso il cancelliere austriaco Sebastian Kurz