Il CEO di Apple Tim Cook presenta i nuovi iPhone 13 (Apple)

I nuovi iPhone 13 e tutto il resto

I nuovi iPhone presentati da Apple cambiano poco rispetto ai modelli di successo dell'anno scorso; ci sono anche due nuovi iPad e l'Apple Watch

Il CEO di Apple Tim Cook presenta i nuovi iPhone 13 (Apple)

Martedì 14 settembre Apple ha presentato i nuovi iPhone 13 e iPhone 13 Pro, nel corso di un evento trasmesso in streaming e organizzato all’Apple Park, il campus da poco costruito dalla società a Cupertino in California (Stati Uniti). Oltre agli smartphone, Apple ha presentato anche la nuova versione del suo Apple Watch e un paio di nuovi iPad (il modello base, dai costi contenuti, e il nuovo iPad mini).

Quello di martedì è l’evento più importante dell’anno per Apple, in cui l’azienda presenta la nuova versione del suo prodotto più noto e remunerativo: l’iPhone. È anche l’evento su cui si concentrano tutte le aspettative degli utenti e degli osservatori, anche se quest’anno, come ampiamente previsto dalle anticipazioni circolate nelle scorse settimane, quasi tutti i prodotti presentati sono più che altro aggiornamenti minori di versioni, come l’iPhone 12 dell’anno scorso, che avevano già avuto un buon successo di vendite.

iPhone 13 e iPhone 13 mini
Al primo sguardo, i nuovi iPhone 13 e 13 mini sono praticamente indistinguibili dagli iPhone 12 e 12 mini presentati l’anno scorso: le uniche differenze estetiche sono il fatto che il cosiddetto “notch”, cioè la tacca scura che si trova nella parte superiore dello schermo e che contiene la fotocamera frontale e i sensori per il riconoscimento facciale, è più piccolo (di circa il 20 per cento) e che la disposizione delle due fotocamere posteriori è cambiata: prima erano una sopra l’altra, adesso sono leggermente sfalsate, in diagonale. Ci sono anche nuovi colori rispetto al modello precedente.

iPhone 13 (Apple)

Dal punto di vista delle caratteristiche, ci sono alcune novità più sostanziose. Gli schermi di iPhone 13 e iPhone 13 mini, rispettivamente da 6,1 e da 5,4 pollici, secondo Apple sono più luminosi all’aperto del 28 per cento rispetto alla versione precedente ma, al contrario delle aspettative di alcuni esperti, non godono della tecnologia ProMotion, che rende la visualizzazione più fluida aumentando la frequenza di aggiornamento dello schermo (questa tecnologia ce l’hanno però gli iPhone Pro, ci torniamo).

I nuovi iPhone sono inoltre equipaggiati con l’ultimo processore prodotto da Apple, che si chiama A15 Bionic. Al contrario di quanto faceva negli anni precedenti, Apple non ha paragonato le performance del nuovo processore con quelle della generazione precedente (A14 Bionic), ma si è limitata a dire che A15 Bionic è fino al 50 per cento più veloce della concorrenza nella capacità di calcolo e fino al 30 per cento più veloce nella grafica.

I processori di Apple, anche grazie all’integrazione tra hardware e software, sono comunque considerati unanimemente i migliori sul mercato, e tutti gli anni si mostrano nei test come notevolmente più potenti di quelli della concorrenza.

Le caratteristiche della fotocamera di iPhone 13

Due novità che faranno piacere ai clienti riguardano la batteria, la cui durata secondo Apple è migliorata rispetto al modello precedente (fino a due ore e mezza in più per iPhone 13 e fino a un’ora e mezza in più per iPhone 13 mini) e la memoria: il modello più economico di iPhone 13 non parte più da 64 gigabyte di memoria (considerati ormai da anni come un po’ pochi anche per le esigenze comuni) ma da 128 giga.

Come tutti gli anni, Apple ha insistito molto sulle nuove performance delle fotocamere dei suoi iPhone, che sono sempre due: una con obiettivo grandangolare, che potrà catturare il 47 per cento di luce in più e avrà un nuovo sistema di stabilizzazione per evitare le foto mosse, e una con obiettivo “ultra grandangolo”. Apple ha presentato anche una nuova funzione chiamata “modalità Cinema”, che consente di registrare filmati che abbiano gli sfondi sfocati simili a quelli di un film, e che riconoscono automaticamente i volti di chi è inquadrato.

La nuova modalità Cinema di iPhone 13 (Apple)

Prezzi e disponibilità
I nuovi iPhone 13 e 13 mini saranno disponibili a partire dal 24 settembre. I prezzi di iPhone 13 partono da 939 euro, mentre quelli di iPhone 13 mini da 839 euro.

iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max
Anche i nuovi modelli Pro e Pro Max degli iPhone 13 (con schermi rispettivamente da 6,1 e 6,7 pollici) sono esteticamente quasi indistinguibili da quelli vecchi, eccezion fatta per  il “notch” più piccolo e alcuni nuovi colori.

Tra le differenze più importanti a livello di caratteristiche ci sono lo schermo, che utilizza la tecnologia ProMotion e ha una frequenza di aggiornamento massima di 120 Hz, che rende le animazioni e i video più fluidi, un miglioramento della durata della batteria (un’ora e mezza in più per iPhone 13 Pro e due ore e mezza in più per iPhone 13 Pro Max) e il nuovo processore A15 Bionic, che nella versione installata sugli iPhone Pro è un filo più potente anche di quello installato sugli iPhone “normali”.

Le fotocamere di iPhone 13 Pro (Apple)

Sono migliorate anche le fotocamere. Apple si è concentrata in particolare su quella ultra grandangolare, che dovrebbe essere più luminosa e avere un autofocus migliore. Anche la fotocamera grandangolare ha una migliore apertura, che le consente di catturare più luce. Sono state aggiunte inoltre nuove modalità fotografiche, come la fotografia macro.

Prezzi e disponibilità
I nuovi iPhone 13 Pro e 13 Pro Max saranno disponibili a partire dal 24 settembre. I prezzi di iPhone 13 Pro partono da 1.189 euro, mentre quelli di iPhone 13 Pro Max da 1.289 euro.

Apple Watch Serie 7
La novità principale del nuovo Apple Watch 7 riguarda lo schermo, che è notevolmente più ampio rispetto alla versione precedente e ormai ha bordi davvero molto ristretti. Lo schermo di Apple Watch 7 è anche più luminoso rispetto alla versione precedente e, secondo Apple, più robusto e resistente agli urti. È anche leggermente più grande: Apple Watch 7 è ora venduto in versioni da 41 e 45 mm di diagonale, contro i 40 e 44 mm dei modelli precedenti.

Da sinistra, il paragone delle dimensioni di Apple Watch 3, Apple Watch 6 e Apple Watch 7 (Apple)

È stato presentato watchOS 8, la nuova versione del sistema operativo di Apple Watch, con qualche miglioria nell’interfaccia, nuove funzioni per il fitness (tra le altre cose, rileva in automatico quando l’utente sta andando in bicicletta) e alcune funzionalità particolari, come per esempio quella di aprire la macchina con l’orologio, nelle vetture che lo consentiranno.

Prezzi e disponibilità
Apple Watch 7 sarà disponibile «nei prossimi mesi autunnali» e non ne sono ancora stati comunicati i prezzi. WatchOS 8 sarà disponibile per il download a partire dal 20 settembre per tutti i possessori di Apple Watch dalla versione 3 in avanti.

iPad e iPad mini
Il nuovo iPad modello base, spesso apprezzato per il suo costo contenuto, ha ricevuto un piccolo aggiornamento: ha al suo interno il processore A13 Bionic (che è vecchio ormai di due anni, ma è tranquillamente all’altezza della maggior parte delle necessità degli utenti) e ha una memoria interna che parte da 64 gigabyte, e non più da 32 come il modello precedente.

Il nuovo iPad mini (Apple)

Il prodotto presentato martedì che ha subìto più modifiche è invece iPad mini, la versione più piccola di iPad, che non veniva aggiornato ormai da alcuni anni e che adesso ha uno schermo più ampio con cornici sottili, il potente processore A15 Bionic e la porta USB-C per la ricarica e il trasferimento dei dati via cavo.

Prezzi e disponibilità
I nuovi iPad e iPad mini saranno disponibili a partire dal 24 settembre. I prezzi di iPad nella versione base partono da 389 euro, mentre quelli di iPad mini da 559 euro.