• Mondo
  • mercoledì 15 Settembre 2021

Il governatore della California, il Democratico Gavin Newsom, ha vinto le elezioni straordinarie che erano state volute dai Repubblicani

Martedì Gavin Newsom, attuale governatore Democratico della California, ha vinto con più del 60 per cento dei voti le elezioni straordinarie (le cosiddette recall elections) promosse dai Repubblicani per rimuoverlo dal suo incarico.

Le elezioni straordinarie si chiamano così perché possono essere indette in circostanze eccezionali e solo attraverso la raccolta di un consistente numero di firme dei cittadini (il numero di firme e i tempi di raccolta variano da stato a stato). In questo caso, le elezioni per rimuovere Newsom dal suo ruolo erano state convocate con una petizione promossa dai Repubblicani, che lo avevano accusato di avere gestito male la pandemia da coronavirus e di avere imposto restrizioni troppo dure.

La California è attualmente uno degli stati americani con il tasso più alto di persone vaccinate e quello più basso di persone contagiate. Da diversi mesi la gestione della pandemia si era trasformata in un argomento assai divisivo e polarizzante. Newsom è governatore della California, uno stato tradizionalmente Democratico, dal 2018. Nella storia degli Stati Uniti, solo due governatori sono stati revocati tramite una recall election: nel 1921 fu sostituito Lynn Frazier, governatore del Nord Dakota, nel 2003 Gray Davis, governatore della California.

– Leggi anche: In California ci saranno elezioni straordinarie per decidere se rimuovere il governatore Gavin Newsom

Il governatore Democratico della California Gavin Newsom, alla conferenza stampa dopo le elezioni straordinarie (AP Photo/Rich Pedroncelli)