Audrey Diwan, vincitrice del Leone d'oro per il Miglior film con L'événement (Biennale di Venezia/Twitter)

I vincitori della Mostra del cinema di Venezia

Il Leone d'oro è andato a “L'événement” di Audrey Diwan, mentre Paolo Sorrentino ha vinto il Gran premio della giuria

Audrey Diwan, vincitrice del Leone d'oro per il Miglior film con L'événement (Biennale di Venezia/Twitter)

L’événement della regista francese Audrey Diwan ha vinto il Leone d’oro per il miglior film della 78ª edizione Mostra del Cinema di Venezia. Il Gran premio della giuria è andato a È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino, mentre il Leone d’argento per la miglior regia è stato vinto da Jane Campion per The power of the dog. La giuria, presieduta dal regista sudcoreano Bong Joon-ho, ha poi assegnato i premi per la migliore interpretazione femminile e maschile, la Coppa Volpi, a Penelope Cruz per Madres Paralelas e a John Arcilla per On the Job: The Missing 8.

I premi principali del festival del cinema di Venezia
Leone d’oro per il miglior film: L’événement di Audrey Diwan
Gran premio della giuria: È stata la mano di Dio di Paolo Sorrentino
Leone d’argento per la miglior regia: Jane Campion per The power of the dog 
Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile: Penelope Cruz per Madres Paralelas 
Coppa Volpi per la miglior interpretazione maschile: John Arcilla per On the Job: The Missing 8
Miglior sceneggiatura: Maggie Gyllenhaal per The lost daughter
Premio Marcello Mastroianni (a un attore emergente): Filippo Scotti per È stata la mano di Dio
Premio speciale della giuria: Il Buco di Michelangelo Frammartino
Miglior film della sezione OrizzontiPilgrims di Laurynas Bareiša
Premio Leone del futuro per la miglior opera prima: Imaculat di Monica Stan e George Chiper-Lillemark

L’événement è tratto dall’omonimo romanzo di Annie Ernaux e racconta di una donna francese che nel 1963 cerca di abortire clandestinamente – in quel periodo l’aborto era illegale in Francia.

La giuria che ha assegnato i premi più importanti era presieduta dal regista sudcoreano Bong Joon, e composta dal regista italiano Saverio Costanzo, l’attrice belga Virginie Efira, l’attrice e cantante britannica Cynthia Erivo, il regista romeno Alexander Nana, l’attrice canadese Sarah Gadon e infine la regista Chloé Zhao, che lo scorso anno vinse il Leone d’oro con Nomadland.