• Mondo
  • mercoledì 11 Agosto 2021

La polizia tedesca ha arrestato un uomo britannico che lavorava all’ambasciata del Regno Unito a Berlino: è accusato di spionaggio

Martedì la polizia tedesca ha arrestato a Potsdam un uomo britannico con l’accusa di spionaggio. L’uomo, che secondo le autorità tedesche avrebbe passato documenti riservati all’intelligence russa in cambio di denaro, lavorava all’ambasciata del Regno Unito a Berlino: non si sa esattamente quale fosse il suo incarico, si sa solo che era un impiegato dello staff locale dell’ambasciata.

L’ufficio del procuratore generale della Germania ha diffuso un comunicato in cui ha detto: «In almeno un’occasione, l’uomo ha passato documenti che aveva ottenuto svolgendo le sue attività professionali a un rappresentante dei servizi di intelligence russi». L’arresto è stato il risultato di un’indagine congiunta tra autorità tedesche e britanniche.

L'ambasciata britannica a Berlino (AP Photo/Markus Schreiber)