(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Mondadori ha comprato De Agostini Scuola

E diventerà così la principale azienda italiana di editoria scolastica, un settore che vale quasi un quarto del mercato dei libri

(Pascal Le Segretain/Getty Images)

Il gruppo editoriale Mondadori ha sottoscritto con De Agostini Editore il contratto per acquisire De Agostini Scuola S.p.A., una delle principali aziende di editoria scolastica in Italia. L’operazione dovrà ora essere autorizzata dall’Antitrust, l’Autorità Garante della Concorrenza e il Mercato: se sarà approvata, Mondadori diventerà la principale azienda  italiana di editoria scolastica, un settore che rappresenta quasi un quarto del mercato dei libri in Italia.

L’entità dell’acquisizione è stata definita sulla base del valore stimato di De Agostini Scuola ed è pari a 157,5 milioni di euro, prezzo che verrà corretto sulla base di una serie di valutazioni di mercato e finanziarie.

Secondo i dati pubblicati dall’Associazione italiana editori, nel 2019 l’editoria scolastica valeva quasi un quarto del mercato editoriale italiano. In termini di fatturato significa circa 770 milioni di euro annui contro i 3 miliardi circa del mercato editoriale complessivo. Si tratta dunque di un settore enorme, controllato da pochi grandi gruppi.

Prima dell’acquisizione, e secondo i dati del 2020, nel mercato dei libri scolastici Mondadori risultava il secondo editore occupando una quota del 22,1 per cento, divisa tra Mondadori Education e Rizzoli Education. Al primo posto c’era Zanichelli (appartiene alla famiglia Enriques, ha sede a Bologna e ha il 23,2 per cento di quota di mercato); al terzo posto, con il 13,8 per cento di quota di mercato, c’era Pearson Italia, che appartiene al gruppo britannico Pearson e ha sede a Milano; e al quarto posto De Agostini Scuola (10,3 per cento) che ha una produzione rivolta a ogni ordine e grado e che possiede una serie di case editrici tra cui DeA Scuola, Petrini, Marietti Scuola, UTET Università (da non confondere con UTET o UTET Grandi Opere), Garzanti Scuola e Cideb-Black Cat, che fa libri in lingua originale. Nel 2020 De Agostini Scuola ha avuto ricavi per 70,8 milioni di euro e un utile netto di 12,2 milioni di euro.

L’accordo appena sottoscritto darà al gruppo Mondadori la disponibilità di tutti i marchi con i quali attualmente De Agostini Scuola opera nel mercato. Marina Berlusconi, presidente di Mondadori, ha commentato l’operazione dicendo che «è motivo di soddisfazione e di orgoglio. Una volta perfezionato il percorso previsto dalle normative, entrerà a far parte del nostro gruppo un’azienda prestigiosa, ricca di storia, di marchi illustri, di professionalità. Un’azienda che gode di ottima salute e che siamo fiduciosi di poter ulteriormente valorizzare».

– Leggi anche: Come è andata l’editoria nei primi cinque mesi dell’anno