• Mondo
  • martedì 25 Maggio 2021

Alcuni soldati del Mali hanno arrestato il presidente e il primo ministro del paese

Alcuni soldati del Mali, che Associated Press ha descritto come «ammutinati», hanno arrestato il presidente e il primo ministro del paese, poche ore dopo che un rimpasto del governo di transizione aveva escluso dai suoi ranghi due membri della giunta militare responsabile del colpo di stato avvenuto lo scorso agosto. Il presidente, Bah N’Daw, e il primo ministro, Moctar Ouane, sono stati portati nella struttura militare di Kati, vicino alla capitale Bamako: per il momento non si sa quanti soldati siano coinvolti nell’operazione.

N’Daw e Ouane aveva giurato lo scorso settembre dopo che la giunta militare responsabile del colpo di stato aveva accettato di trasferire i poteri a un governo di transizione civile. Gli ultimi sviluppi stanno facendo temere un nuovo colpo di stato da parte dei militari, oltre che la sospensione delle elezioni fissate per il prossimo febbraio.

Il presidente maliano Bah N’Daw (EPA/IAN LANGSDON / POOL)
TAG: