• Mondo
  • domenica 25 Aprile 2021

Il ministro Speranza ha vietato l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha scritto su Facebook di aver firmato una nuova ordinanza che «vieta l’ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India». Speranza ha aggiunto che «i residenti in Italia potranno rientrare con tampone in partenza e all’arrivo e con obbligo di quarantena» e che «chiunque sia stato in India negli ultimi 14 giorni e si trovi già nel nostro paese è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione».

In India è in corso una nuova grande ondata di contagi da coronavirus che ha raggiunto livelli estremamente preoccupanti e che secondo diverse analisi, si può spiegare innanzitutto con un insieme di decisioni politiche considerate tardive o poco efficaci. Inoltre, all’attuale situazione di emergenza ha contribuito anche una nuova variante del virus, la cosiddetta “variante indiana” (B.1.617): si stanno facendo degli studi in merito, ma per ora sembra avere reso il coronavirus più contagioso.

Secondo i più recenti dati giornalieri disponibili, diffusi domenica mattina, nelle precedenti 24 ore l’intera India ha registrato 349mila nuovi casi di contagio da coronavirus, per un totale di oltre 16 milioni di casi individuati dall’inizio della pandemia, i morti accertati sono stati più di 192mila, 2.767 solo nell’ultimo giorno.

A questo proposito, il territorio indiano di Delhi, quello che comprende la capitale Nuova Delhi, ha prorogato di una settimana il lockdown già in vigore.

Le cose da sapere sul coronavirus

(Leon Neal/Getty Images)