• Mondo
  • venerdì 9 Aprile 2021

Il bizzarro finale del concorso di bellezza Mrs. Sri Lanka

Mrs. World ha tolto con la forza la corona alla vincitrice, accusandola di essere divorziata: ora la storia finirà in tribunale

Giovedì 8 aprile la polizia dello Sri Lanka ha arrestato e poi rilasciato su cauzione Caroline Jurie, vincitrice nel 2020 di Mrs. World, un concorso di bellezza internazionale dedicato alle donne sposate (da non confondere con Miss Mondo, che è un concorso molto più famoso e che non prevede questa regola). Jurie, che ha 28 anni ed è singalese, è accusata di aver aggredito la vincitrice del concorso Mrs. Sri Lanka, strappandole la corona dalla testa e ferendola lievemente.

Tutto era iniziato domenica 4 aprile, quando a Colombo, in Sri Lanka, si era svolta la finale di Mrs. Sri Lanka, un concorso di bellezza dedicato sempre a donne sposate e la cui vittoria permette di partecipare a Mrs. World. Alla premiazione, andata in onda in diretta sulla tv nazionale, era presente anche Caroline Jurie, attuale Mrs. World nonché vincitrice di Mrs. Sri Lanka nel 2019. Al termine della finale era stata eletta vincitrice la concorrente Pushpika De Silva.

Poco dopo la proclamazione, però, Jurie era salita sul palco, aveva preso il microfono e annunciato che la vittoria di De Silva non era valida. Rivolgendosi al pubblico, Jurie aveva detto che De Silva aveva violato le regole del concorso, accusandola di essere divorziata. Si era poi diretta verso di lei per toglierle la corona dalla testa e darla alla concorrente arrivata seconda. Questa operazione era durata diversi secondi, dato che la corona era fissata ai capelli di De Silva con delle forcine, e Jurie si era fatta aiutare da un’altra modella, Chula Manamendra. Alla fine De Silva era uscita dal palco in lacrime e Juri aveva dato la corona all’altra concorrente.

– Leggi anche: Dizionario delle zuppe asiatiche

Al termine della premiazione era emerso però che De Silva non era divorziata, ma solamente separata, e che quindi non aveva violato le regole del concorso. Gli organizzatori avevano quindi detto che le avrebbero restituito la corona. Il giorno successivo De Silva aveva scritto su Facebook di essere stata medicata in ospedale per alcune ferite riportate alla testa a causa della forza con cui Jurie le aveva strappato la corona, e che avrebbe intrapreso azioni legali contro quest’ultima.

Giovedì 8 aprile quindi la polizia ha arrestato e rilasciato successivamente su cauzione Jurie e Manamendra a causa dell’aggressione. De Silva ha commentato l’arresto dicendo che aveva proposto a Jurie di ritirare la denuncia se avesse fatto delle scuse pubbliche, ma che questa si era rifiutata. La polizia ha detto che il 19 aprile ci sarà la prima udienza in tribunale per la causa contro Jurie.

– Leggi anche: Nessuno lancia come noi umani