I dati di più di 500 milioni di account Facebook sono stati trovati pubblicati online

Su un sito per hacker sono state trovate informazioni provenienti da più di 500 milioni di account Facebook. I dati sembrano risalire a diversi anni fa, ma sono un altro esempio dell’enorme quantità di informazioni che Facebook e altre piattaforme social raccolgono e dei limiti nella gestione della sicurezza di questi dati.

La presenza e disponibilità online del set di dati è stata segnalata per la prima volta da Business Insider, secondo cui tra i dati pubblicati ci sono numeri di telefono, Facebook ID (i codici numerici con cui è possibile identificare in modo univoco gli utenti di una piattaforma), nomi completi, luoghi e date di nascita e indirizzi email, provenienti da 106 diversi paesi.

In un comunicato, Facebook ha fatto sapere che «si tratta di dati vecchi, che ci erano stati segnalati già nel 2019. Abbiamo individuato il problema e l’abbiamo risolto nell’agosto del 2019». Nonostante le rassicurazioni dell’azienda, se ne sta nuovamente discutendo perché sono ormai diversi anni che Facebook ha problemi nella gestione della privacy e della sicurezza dei dati dei suoi utenti.

Un data center di Facebook a Prineville, Oregon (EPA/FACEBOOK)