• Italia
  • giovedì 1 Aprile 2021

I dati sul coronavirus in Italia di oggi, giovedì 1 aprile

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 23.649 casi positivi da coronavirus e 501 morti a causa della COVID-19. Attualmente i ricoverati sono 32.630 (260 in meno di ieri), di cui 3.681 nei reparti di terapia intensiva (29 in meno di ieri) e 28.949 negli altri reparti (231 in meno di ieri). Sono stati analizzati 205.127 tamponi molecolari e 150.958 test rapidi antigenici. La percentuale di tamponi molecolari positivi è stata del 10,0 per cento, mentre quella dei test antigenici dell’1,1 per cento. Nella giornata di mercoledì i contagi registrati erano stati 23.887 e i morti 467.

Le regioni che hanno registrato più casi nelle ultime 24 ore sono Lombardia (4.483), Piemonte (2.584), Puglia (2.369), Campania (2.258), Lazio (1.838).

Le principali notizie della giornata
Il governo italiano ha approvato un decreto che contiene le nuove restrizioni ai movimenti a causa della pandemia da coronavirus. Le misure approvate oggi saranno in vigore dal 7 aprile, cioè da quando scadrà il decreto attualmente in vigore, fino al 30 aprile. Nel weekend di Pasqua saranno invece in vigore restrizioni speciali già annunciate nei giorni scorsi. Il testo ufficiale del nuovo decreto non è ancora disponibile, ma la presidenza del Consiglio ha anticipato i suoi punti principali: ne parliamo meglio qui.

Le cose da sapere sul coronavirus

L’azienda farmaceutica statunitense Johnson & Johnson ha detto di aver trovato un problema in un lotto del suo vaccino contro il coronavirus, causato da un errore dell’azienda manifatturiera che lo produce, Emergent Biosolutions. Il lotto è stato bloccato prima che arrivasse alle fasi di “riempimento e finitura”, che sono gestite da un’altra società. Johnson & Johnson non ha chiarito quante dosi del vaccino siano state rovinate dall’errore, ma secondo fonti citate dal New York Times sarebbero stati eliminati fino a 15 milioni di dosi.

Se avete ancora qualche dubbio su cosa si può fare nei giorni di Pasqua, in questo articolo abbiamo messo in fila le disposizioni valide per il 3, 4 e 5 aprile.

– Leggi anche: La situazione dei vaccini in Italia, in tempo reale