Una canzone di Maximilian Hecker

«Seriamente, vogliamo ascoltare un tedesco che canta con vocetta lagnosa e ansimante delle cose che sembrano uscite dagli anni Ottanta con carico sdolcinato di pianoforte e tastiere elettroniche?»

Le Canzoni è la newsletter quotidiana che ricevono gli abbonati del Post, scritta e confezionata da Luca Sofri (peraltro direttore del Post): e che parla, imprevedibilmente, di canzoni. Una per ogni sera, pubblicata qui sul Post l’indomani, ci si iscrive qui.
Solo per Elvis Costello e pochi altri segnalerei l'uscita di un disco così molesto e privo di senso, come questo suo nuovo di versioni in francese del suo già brutto ultimo disco, con dentro Iggy Pop e Isabelle Adjani tra gli altri: su Spotify.
Pezzo strano ma niente male, che gode di ampia copertura anche per il titolo e il tema di masturbazione femminile: Sex is good (but have you tried). Lei si chiama Donna Missal, ha fatto già due dischi, è del New Jersey.
Moby pubblica a fine maggio una raccolta di suoi vecchi pezzi rifatti con un'orchestra e la casa discografica Deutsche Grammophon, di fama imbattibile nella musica classica.

Abbonati al

Questa pagina fa parte dei contenuti visibili agli abbonati del Post. Se lo sei puoi accedere, se non lo sei puoi esserlo.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.