• Mondo
  • lunedì 1 Marzo 2021

Un tribunale del Myanmar ha presentato nuove accuse contro la leader Aung San Suu Kyi

Lunedì un tribunale birmano ha presentato nuove accuse contro Aung San Suu Kyi, la leader del Myanmar arrestata a inizio febbraio durante il colpo di stato con cui l’esercito ha preso il potere nel paese. Le nuove accuse riguardano la pubblicazione di informazioni che “potrebbero causare paura o allarme”, ha detto il suo avvocato a Reuters. Aung San Suu Kyi era già stata accusata di avere violato una legge sulle restrizioni alle importazioni e un’altra sulla gestione dei disastri naturali.

L’avvocato ha detto che Aung San Suu Kyi è apparsa in video durante il processo e che gli è sembrata in buone condizioni di salute. Le accuse aggiuntive sono state formulate il giorno successivo alle grandi proteste in Myanmar contro l’esercito, in cui sono state uccise almeno 18 persone.

(AP Photo, LaPresse)