L’Ungheria inizierà oggi a somministrare il vaccino cinese Sinopharm: sarà il primo paese europeo a farlo

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha annunciato che oggi nel suo paese inizierà la somministrazione di massa del vaccino sviluppato dall’azienda cinese Sinopharm. L’Ungheria sarà il primo paese dell’Unione Europea a utilizzare un vaccino sviluppato da un’azienda cinese: finora l’Agenzia del farmaco europea (EMA) ha approvato per l’uso soltanto vaccini sviluppati da aziende occidentali, le uniche che hanno accettato di condividere dati e risultati delle proprie fasi di sperimentazione con le autorità europee.

Le autorità ungheresi avevano invece approvato l’utilizzo del vaccino di Sinopharm, di cui dieci giorni fa avevano ricevuto la prima fornitura da 575mila dosi. Per le regole europee l’Ungheria non potrà distribuire il vaccino di Sinopharm in altri paesi dell’Unione.

Fin dall’inizio della campagna vaccinale l’Ungheria aveva fatto una scelta molto diversa rispetto al resto dei paesi dell’Unione Europea, che per l’analisi e l’approvazione dei vaccini si erano affidati all’EMA. Alla fine di gennaio le autorità ungheresi avevano approvato l’utilizzo del vaccino russo Sputnik V, la cui somministrazione è iniziata la scorsa settimana.

 

Le cose da sapere sul coronavirus

(Gyorgy Varga/MTI via AP)