• Italia
  • martedì 23 Febbraio 2021

Il ministero ha autorizzato la somministrazione del vaccino di AstraZeneca fino ai 65 anni

Il ministero della Salute ha pubblicato una circolare che autorizza la somministrazione del vaccino di AstraZeneca alle persone fino ai 65 anni: finora era consentita soltanto fino ai 55 anni. L’estensione è stata decisa «sulla base di nuove evidenze scientifiche che riportano stime di efficacia del vaccino superiori a quelle precedentemente riportate».

La vaccinazione con il vaccino AstraZeneca sarà quindi possibile per le persone tra i 18 e i 65 anni, compresi «i soggetti con condizioni che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di COVID-19» ma «ad eccezione dei soggetti estremamente vulnerabili». La decisione del ministero della Sanità è stata presa a seguito del parere del comitato tecnico scientifico, dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) e dopo le precisazioni del Consiglio Superiore di Sanità che hanno confermato la capacità del vaccino di provocare una risposta immunitaria anche in persone con età superiore a 55 anni.

(ANSA/Europa Press/Contacto via ZUMA Press)