Una foca trovata spiaggiata vicino a Noordwijk, nei Paesi Bassi, e che ora è sotto osservazione in un centro riabilitativo a Stellendam. La foca soffre di melanismo, un eccesso di pigmenti del mantello che la rende più scura del normale colore delle foche grigie (EPA/ROBIN VAN LONKHUIJSEN/ansa)

Weekly Beasts

Daini e caprioli, cigni bianchi e neri, orangotanghi e tartarughe giganti, tra gli animali più fotogenici della settimana

Una foca trovata spiaggiata vicino a Noordwijk, nei Paesi Bassi, e che ora è sotto osservazione in un centro riabilitativo a Stellendam. La foca soffre di melanismo, un eccesso di pigmenti del mantello che la rende più scura del normale colore delle foche grigie (EPA/ROBIN VAN LONKHUIJSEN/ansa)

Tra gli animali che è difficile distinguere ci sono i membri della famiglia dei cervidi e capita spesso di fare confusione tra daini, cervi e caprioli, che si differenziano tra loro per le dimensioni, le corna e il colore del manto: nella raccolta della settimana ci sono – se non ci siamo fatti ingannare – un gruppo di daini e un capriolo, mentre qui trovate una guida da consultare per distinguerli. Tra le bestie più facilmente riconoscibili invece ci sono cigni bianchi e neri, tartarughe giganti, cani e orangotanghi, per finire con una foca grigia che soffre di melanismo, un eccesso di pigmenti del mantello che la rende quasi nera.