È morto Emanuele Macaluso

Era stato a lungo nella direzione del Partito Comunista Italiano, membro della corrente dei riformisti insieme a Giorgio Napolitano: aveva 96 anni

È morto a 96 anni il politico e giornalista Emanuele Macaluso. Era nato a Caltanissetta, in Sicilia, nel 1924 e nel 1941 aderì clandestinamente al Partito Comunista Italiano. Nel 1944 divenne segretario generale della Camera del Lavoro della città e dal 1947 fino al 1956 fu segretario regionale della CGIL. Nel 1951 venne eletto deputato regionale con il Partito Comunista Italiano e dopo aver lasciato la CGIL nel 1960 fu chiamato dal segretario comunista Palmiro Togliatti a far parte della direzione centrale del partito.

Qui fu membro della corrente dei riformisti, anche detti miglioristi, insieme a Giorgio Napolitano e Gerardo Chiaromonte, che cercava di avvicinare la linea politica comunista a quella della socialdemocrazia. Nel 1963 fu eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati, in cui venne rieletto per altre due legislature consecutive prima di venire eletto al Senato, in cui rimase fino al 1992. In seguito alla dissoluzione del Partito Comunista Italiano aderì al Partito Democratico della Sinistra. Dal 1982 al 1986 fu direttore dell’Unità e dal 2011 al 2013 del quotidiano Il Riformista.

(ANSA/FABIO FRUSTACI)