Una classe del Liceo Scientifico Isacco Newton di Roma (Cecilia Fabiano/LaPresse)
  • Italia
  • domenica 10 Gennaio 2021

Dove riaprono le scuole lunedì

Soltanto Toscana, Abruzzo e Valle d'Aosta seguiranno le indicazioni dell'ultimo decreto e riapriranno le scuole superiori: una guida alle altre restrizioni

Una classe del Liceo Scientifico Isacco Newton di Roma (Cecilia Fabiano/LaPresse)

La scorsa settimana il decreto legge riguardante le nuove restrizioni per contenere la pandemia da coronavirus in Italia ha stabilito che l’insegnamento in presenza nelle scuole superiori potrà riprendere lunedì 11 gennaio per il 50 per cento degli studenti. Le scuole elementari e medie, invece, hanno potuto riaprire per le lezioni in presenza giovedì 7 gennaio in tutto il paese, tranne che in Campania, dove riapriranno lunedì solo le prime e seconde elementari.

Negli ultimi giorni, tuttavia, alcune regioni hanno annunciato l’introduzione di misure ancora più stringenti, alle luce delle quali soltanto tre regioni seguiranno le indicazioni dell’ultimo decreto (più le provincie di Trento e Bolzano, che hanno iniziato il sette).

Abruzzo
Scuole superiori in presenza al 50 per cento da lunedì 11 gennaio.

Basilicata
Nessuna attività in presenza per le scuole superiori fino al 31 gennaio.

Le cose da sapere sul coronavirus

Calabria
L’ordinanza che prevedeva la chiusura delle scuole elementari e medie è stata sospesa: gli studenti torneranno in classe lunedì 11 gennaio. Le scuole superiori continueranno con la didattica a distanza fino al primo febbraio.

Campania
Gli alunni delle scuole materne e delle prime due classi elementari potranno rientrare in aula lunedì 11 gennaio: per le altre classi si continua con la didattica a distanza. Scuole medie e superiori riapriranno non prima del 25 gennaio.

Emilia-Romagna
Scuole elementari e medie in presenza, superiori a distanza fino al 23 gennaio.

Friuli Venezia Giulia
Nessuna attività in presenza per le scuole superiori fino al 31 gennaio.

Lazio
Scuole superiori in didattica a distanza fino al 16 gennaio.

Liguria
Scuole superiori in didattica a distanza fino al 16 gennaio.

Lombardia
In Lombardia le scuole superiori proseguono con la didattica a distanza almeno fino al 25 gennaio.

Marche
Le scuole superiori continueranno con la didattica a distanza fino al 31 gennaio.

Molise
Elementari, medie e superiori con la didattica a distanza fino al 16 gennaio.

Piemonte
Scuole superiori chiuse e didattica a distanza al 100 per cento fino al 16 gennaio.

Puglia
In Puglia la presenza degli studenti in tutte le scuole è solo su richiesta: la didattica a distanza proseguirà almeno fino al 16 gennaio.

Sardegna
Nessuna attività in presenza per le scuole superiori fino al 31 gennaio.

Sicilia
Per le scuole elementari e medie didattica a distanza fino al 16 gennaio, superiori ancora a distanza fino al primo febbraio.

Toscana
Scuole superiori in classe al 50 per cento da lunedì 11 gennaio.

Trentino-Alto Adige
Nella provincia di Trento le scuole superiori hanno iniziato con la didattica in presenza al 50 per cento dal 7 gennaio. In provincia di Bolzano gli ingressi saranno scaglionati tra il 50 e il 70 per cento.

Umbria
Per le scuole superiori didattica a distanza sarà in vigore fino al 23 gennaio.

Valle d’Aosta
Scuole superiori in classe al 50 per cento da lunedì 11 gennaio.

Veneto
Per le scuole superiori didattica a distanza fino al 31 gennaio.