• Consumismi
  • Questo articolo ha più di un anno

15 cose che vi potete comprare con quel buono di Amazon

Quello che vi hanno regalato a Natale perché siete di quelli che «hanno già tutto»

In coda al servizio suggerimento-regali, a cui il Post da qualche anno si presta con impegno in aggiunta alla sua occupazione principale, cioè quella di dare notizie e spiegarle bene, proponiamo la consueta ultima lista consumistica delle feste: quella che vi aiuta a spendere il buono regalo di Amazon che avete ricevuto per Natale, se ne avete ricevuto uno e se non sapete come usarlo, perché siete di quelli che «hanno già tutto». Abbiamo messo insieme una serie di idee, più o meno frivole, oppure utili, mescolando vecchie idee piaciute ai lettori e regali che avrebbero voluto ricevere i redattori.

Una maglietta su cui si può scrivere qualcosa che si vede al buio, anche se per pochi minuti. Se non avete capito, basta guardare un’immagine. (20-26 euro) 

Un costoso ma affidabile lucchetto per legare la bici, che avevamo spiegato qui. (45 euro)

L’iPhone 12, se il buono che vi hanno regalato era davvero un grosso buono. Oppure ci metterete qualcosa voi, per compensare. (930 euro, per il modello da 64 GB)

Un tagliacapelli e tagliabarba economico che funziona bene. (30 euro)

Se quest’anno avete fatto il rewatch di Friends, l’edizione di Trivial Pursuit dedicata alla serie, per mettervi alla prova. È in inglese. (18 euro)

Le sneakers Continental di Adidas, nella versione vegana. (70-100 euro, a seconda della taglia)

Una vignetta del New Yorker al giorno per un anno. (25 euro)

Un sex toy modello “succhia-clitoride”, se dopo aver letto questo articolo ne volevate uno per Natale ma nessuno ve lo ha regalato. (103 euro)

Quello tra i regali di Natale suggeriti dal Post che si comprano su Amazon che ha avuto maggior successo: una pressa per fiori. La ragione per cui sappiamo qual è è spiegata qui. (17 euro)

Uno sgabellino per avere un migliore rapporto con il proprio intestino, come diceva Matteo Bordone in una puntata di Tienimi Bordone. (20 euro)

Un’affettatrice molto compatta. (102 euro)

Una «escape room “tascabile”, di carta e digitale». (35 euro)

Un carrello per andare a fare la spesa in bici. (174 euro)

Uno strumento per aprire le noci diverso da quelli soliti, piccolo e bello, di Alessi. (16 euro)

Per ora si può solo prenotare, ma potete mettervi avanti pre-ordinandolo: il secondo libro del peraltro vicedirettore del Post Francesco Costa, su Joe Biden e Kamala Harris. Si intitola Una storia americana e uscirà il 19 gennaio. (17 euro)

Altre idee, se nessuna di queste fa per voi, potete trovarle nelle liste degli anni scorsi.

***

Disclaimer: con alcuni dei siti linkati nella sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google. Se invece volete saperne di più di questi link, qui c’è una spiegazione lunga.