(Simon Tanner)

Simon Tanner, la bellezza dei libri usati a Roma

Aperta da due librai che si conobbero al mercatino di Porta Portese, con la passione condivisa per lo scrittore Robert Walser

(Simon Tanner)


Simon Tanner è una libreria dell’usato vicino al parco della Caffarella, in una zona poco frequentata di Roma: bisogna andarci apposta per gironzolare tra gli scaffali e scegliere uno dei suoi tantissimi volumi. Fu aperta nel 2004 da Rocco Lorusso e Vincenzo Goffredo, che si erano conosciuti al mercatino di Porta Portese, dove Vincenzo aveva un banco di libri usati. Nel 2004 aprirono la Simon Tanner, dedicandola a un personaggio del romanzo I fratelli Tanner di Robert Walser, il grande scrittore svizzero di cui sono entrambi ammiratori.

Ora la libreria è gestita soltanto da Rocco, con due gatti che gli fanno compagnia: ci ha raccontato perché ha cambiato vita per fare il libraio dell’usato. Ci scusiamo per la qualità dell’audio ma così vi sembrerà quasi di chiacchierare con lui, mentre sfogliate le pagine e vi aggirate in cerca di un affare o di un’edizione preziosa.

Lettori e Librai è un progetto della Fondazione Peccioliper, che nei prossimi due weekend allestirà a Peccioli, in Toscana, una libreria temporanea in collaborazione con sette librerie della zona, dove gli abitanti potranno acquistare libri al 50 per cento del prezzo di copertina, mentre il comune e la Fondazione copriranno la cifra rimanente. Domenica 20 dicembre la Toscana diventerà zona gialla e l’iniziativa sarà aperta anche agli abitanti dei comuni vicini, che potranno usufruire del 30 per cento di sconto.

Lettori e Librai vuole promuovere la lettura e sostenere il lavoro delle librerie e la partecipazione dei lettori, abituali e potenziali. In collaborazione con la Fondazione, il Post pubblicherà negli stessi giorni cinque podcast che raccontano il lavoro di cinque librai e una raccolta delle più belle fotografie dedicate ai libri e alle librerie scelte tra quelle pubblicate dagli utenti di Instagram. Qui c’è il primo podcast, dedicato alla Libreria Internazionale Hoepli di Milano, raccontato da una sua libraia, e qui il secondo su IoCiSto, una libreria di Napoli che si regge sul contributo di tanti soci, che fanno anche da librai.