• Mondo
  • sabato 12 Dicembre 2020

La Corte costituzionale austriaca ha respinto una legge che vietava l’uso del velo nelle scuole elementari

La Corte costituzionale austriaca ha respinto una legge statale che vietava di indossare il velo nelle scuole elementari. La legge era stata approvata con i voti del Partito Popolare (ÖVP, centrodestra) e del Partito della Libertà (FPÖ, estrema destra), i due partiti che formavano la coalizione a sostegno del primo governo guidato da Sebastian Kurz, che ora governa invece senza il sostegno diretto di FPÖ. La legge faceva riferimento a “qualsiasi indumento che abbia influenze ideologiche o religiose e che preveda la copertura della testa”, ma il governo aveva specificato che non avrebbe riguardato né il patka, il copricapo indossato dai sikh da bambini, né la kippa ebraica.

Secondo la Corte costituzionale austriaca la legge, che era stata approvata nel maggio 2019, non era costituzionale perché andava contro il diritto alla libertà religiosa e avrebbe potuto portare alla marginalizzazione delle studentesse di religione musulmana.

(AP Photo/Ronald Zak)