• Mondo
  • giovedì 16 maggio 2019

In Austria è stata approvata una legge per vietare il velo nelle scuole elementari

Il 15 maggio il parlamento austriaco ha approvato una legge che vieterà di indossare il velo nelle scuole elementari. La legge è stata approvata con i voti dei due partiti che formano la coalizione di governo, il Partito Popolare (ÖVP, centrodestra) e il Partito della Libertà (FPÖ, estrema destra), mentre quasi tutti i partiti di opposizione hanno votato contro. Il testo di legge parla di “qualsiasi indumento che abbia influenze ideologiche o religiose e che preveda la copertura della testa”, ma sembra colpire soprattutto le bambine di religione islamica che indossano il velo.

Il governo ha infatti specificato che la legge non riguarderà né il patka, il copricapo indossato dai sikh da bambini, né la kippa ebraica, perché non coprono interamente la testa. Altre eccezioni riguarderanno copricapi indossati per motivi medici o per proteggersi dalla pioggia e dalla neve. Wendelin Moelzer, portavoce dell’FPÖ per l’Istruzione, ha definito la legge un “segnale contro l’Islam politico”, mentre Rudolf Taschner, parlamentare dell’ÖVP, ha detto che è stata una misura necessaria per liberare le bambine dalla “sottomissione”. L’organizzazione ufficiale della comunità musulmana in Austria, IGGÖ, ha condannato la legge sostenendo che discriminerà esclusivamente i musulmani.

 

(Boris Roessler/picture-alliance/dpa/AP Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.