• Mondo
  • mercoledì 2 Dicembre 2020

L’Austria allenterà le restrizioni dal 7 dicembre

Il governo austriaco ha annunciato che dal 7 dicembre il paese uscirà dal lockdown cominciato il 17 novembre e allenterà gradualmente le restrizioni finora previste. Una delle comunicazioni fatte dal governo riguarda anche lo sci, argomento del quale si è discusso anche in Italia per il rischio che i paesi confinanti (come l’Austria, appunto) aprissero gli impianti sciistici per attirare turisti italiani.

L’Austria aprirà gli impianti agli atleti dilettanti e per scopi ricreativi dal 24 dicembre, gli hotel invece resteranno chiusi (almeno fino al 7 gennaio, come i ristoranti) e per chi arriva dall’estero viene introdotto l’obbligo di quarantena per 10 giorni. È quindi difficile che dall’estero arrivi del turismo per approfittare della riapertura degli impianti sciistici.

Inoltre il governo ha stabilito che dalle 20 alle 6 di mattina ci sarà il divieto di uscire di casa, come prima di questo secondo lockdown, se non per lavoro, necessità o esercizio fisico all’aria aperta. Due famiglie potranno incontrarsi durante il giorno fino a un massimo di 6 adulti e 6 bambini, ma il 24, 25, 26 e 31 dicembre il massimo di persone in totale sarà 10, a prescindere dal numero di famiglie. Le scuole dell’obbligo riapriranno il 7 dicembre, mentre continueranno a distanza le scuole superiori e le università.

Bar e locali resteranno chiusi e non ci saranno mercatini di Natale. In base ai contagi verranno poi fatte valutazioni dal 7 gennaio per la riapertura di teatri e cinema. Sarà consentito solo lo sport non di contatto e all’aperto.

Le cose da sapere sul coronavirus

– Leggi anche: Anche l’Austria vuole testare tutta la popolazione

(Jan Hetfleisch/Getty Images)