Due amiche bevono il loro "afternoon tea" a Northampton, in Inghilterra. (Shaun Botterill/ Getty Images)

Non è vero che gli inglesi bevono il tè alle 5 di pomeriggio

Lo bevono sempre, spiega Linkiesta: e non c'è nessun rito collegato al tardo pomeriggio

Due amiche bevono il loro "afternoon tea" a Northampton, in Inghilterra. (Shaun Botterill/ Getty Images)

Oggi Linkiesta ha pubblicato un articolo di Andrea Martina Di Lena che racconta le origini di una credenza piuttosto diffusa: che in Inghilterra esista il rito condiviso di bere il tè alle 5 di pomeriggio. In realtà, spiega Di Lena, in Inghilterra il tè si beve a qualunque ora, anche se esiste una differenza tra il tè della mattina e il tè del pomeriggio.

Se oggi il mondo è convinto che il tè si prenda alle 5 del pomeriggio è tutta colpa della Duchessa di Bedford. Un piccolo excursus storico aiuterà a familiarizzare con il tema. Prima di diventare una bevanda popolare in Inghilterra, il tè ebbe un largo consumo in Portogallo e Olanda, due stati che contribuirono alla sua importazione sull’isola inglese. Infatti, fu per mezzo dell’unione matrimoniale tra Carlo II, esiliato proprio nei Paesi Bassi, e Caterina di Braganza, giovane sposa portoghese, che la Gran Bretagna introdusse il tè nelle proprie tradizioni. La sua popolarità, però, è riconducibile alla nobildonna inglese citata all’inizio grazie a cui la tazza di tè assunse una forma rituale fino a connotarsi come un vero e proprio evento sociale. Per la Duchessa celava, in realtà, un bisogno famelico: saziare il suo appetito tra la colazione e la cena. Fu proprio il suo stomaco vuoto da riempire che inaugurò l’afternoon tea identificando, di contro, l’english breakfast, sostanzialmente due modi differenti di bere il tè per orario e tipologia.

Nel primo caso si tratta di un tè da tutti i giorni e corrisponde al tè nero, la varietà più diffusa in Inghilterra, da sorseggiare in qualsiasi momento della giornata, a cui aggiungere zucchero e in qualche caso miele.

Veniamo poi all’afternoon tea che, per pigrizia o per semplicità, abbiamo spesso e volentieri scambiato con il classico (dipende dai punti di vista) tè delle 5 p.m. che ribadiamo essere una invenzione.

(Continua a leggere su Linkiesta)

– Leggi anche: Perché il tè non andrebbe fatto col microonde