• Italia
  • martedì 10 Novembre 2020

I dati sul coronavirus di oggi, martedì 10 novembre

Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati rilevati 35.098 nuovi casi positivi da coronavirus e 580 morti a causa del COVID-19. Le persone attualmente ricoverate sono 31.604 (1.119 in più rispetto a ieri), di cui 2.971 nei reparti di terapia intensiva (122 in più di ieri) e 28.633 ricoverate con sintomi (997 in più di ieri). Sono stati analizzati 217.758 tamponi e testate 129.814 persone. È risultato positivo il 16,1 per cento dei tamponi di cui è stato comunicato il referto. Ieri i contagi registrati erano stati 25.269 e i decessi 356.

Il maggior numero di nuovi casi positivi è stato rilevato in Lombardia (10.955). Seguono Piemonte (3.659), Campania (2.716), Veneto (2.763), Lazio (2.608), Emilia-Romagna (2.430) e Toscana (2.223).

Le province in cui è stato accertato il numero maggiore di casi sono Milano (3.336), Varese (3.081), Napoli (2.314), Roma (2.168), Torino (2.006), Como (1.356), Genova (714).

– Leggi anche: Cosa c’è intorno a un letto di terapia intensiva

Le cose da sapere sul coronavirus

Le principali notizie di oggi

• In un’intervista alla Stampa la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa ha detto tra le altre cose che saranno presi provvedimenti per evitare che le feste del periodo natalizio portino a un nuovo aumento dei contagi. Zampa ha detto che «ci sarà un provvedimento che riguarderà Natale: si deve dire che non deve essere un Natale solitario, ma che le famiglie possono riunirsi nel nucleo ristretto, parenti di primo grado, fratelli e sorelle».

• Lunedì 9 novembre l’azienda farmaceutica statunitense Pfizer ha annunciato che il vaccino sperimentale contro il coronavirus che sta sviluppando, in collaborazione con la tedesca BioNTech, ha dato risultati sopra le aspettative, rivelandosi più efficace di quanto atteso. Nonostante la sperimentazione sia ancora in corso, e la cautela sia d’obbligo, le Borse hanno accolto molto bene la notizia. Ne hanno beneficiato soprattutto i titoli che erano stati penalizzati dalla pandemia, come il settore aereo e quello del turismo, scrive oggi Il Sole 24 Ore.

• Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha annunciato che nelle prossime ore firmerà un’ordinanza con cui si vieterà «lo stazionamento in centro città dalle 16 alle 22 e per l’intera giornata di sabato e domenica». Nelle isole pedonali si potrà soltanto camminare o mettersi in fila per entrare nei negozi, e inoltre il sabato e la domenica non si potrà sostare in spiaggia.

• Dopo che ieri, in base agli ultimi dati raccolti sull’andamento dell’epidemia a livello locale, si è deciso di inserire anche Liguria, Toscana, Abruzzo, Basilicata e Umbria nella fascia di rischio intermedia (la cosiddetta “area arancione”), oggi il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, ha detto che ci sono quattro regioni che potrebbero essere inserite nella fascia di rischio alta (“area rossa”). Nel corso della conferenza stampa di oggi sull’andamento epidemiologico, Brusaferro ha detto che sulla base dell’ultimo monitoraggio Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Veneto «vanno verso il rischio alto» e quindi qui «è opportuno anticipare le misure più restrittive».

– Leggi anche: Chi c’è dietro il promettente vaccino di Pfizer

Torino, Italia (ANSA/ALESSANDO DEL MARCO)