(ANSA/TWITTER)
  • Italia
  • mercoledì 4 Novembre 2020

Zaia dice che anche i veterinari possono effettuare i test per il coronavirus

Perché «l'uomo è un mammifero» e «a livello di mammiferi i veterinari sono degli esperti»

(ANSA/TWITTER)

Il presidente del Veneto Luca Zaia, durante la sua quotidiana conferenza stampa di aggiornamento sui dati della pandemia da coronavirus nella sua regione, ha parlato della discussione in corso da giorni sulla decisione da parte del governo regionale di obbligare i medici di base a effettuare i test antigenici in ambulatorio. Alcuni sindacati, tra cui Snami del Veneto e Fimmg di Vicenza e Treviso, si sono rifiutati di aderire alla direttiva regionale.

Zaia ha risposto agli obiettori dicendo di aver dato mandato alla dottoressa Francesca Russo, della direzione prevenzione del Veneto, di convocare i rappresentanti dei 2.450 veterinari del Veneto per chiedere la loro disponibilità a fare i test.

«L’uomo è un mammifero. Tutti i mammiferi hanno sette vertebre cervicali. Tutti i mammiferi sono catalogati in questa categoria perché allattano il nascituro […] e a livello di mammiferi i veterinari sono degli esperti. Noi siamo un animale, un mammifero. Non c’è nulla di trascendentale nel pensare di fare un percorso assieme ai veterinari. […] Abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti per fare tamponi. I veterinari sanno benissimo come è fatto il corpo umano perché conoscono benissimo l’anatomia. Fanno due esami di anatomia. Conoscono la fisiologia, fanno l’esame di fisiologia.

Parlando del nuovo DPCM che introduce nuove restrizioni in tutta Italia dividendola in più aree a seconda della gravità della pandemia, Zaia ha detto che ad ora non sa ancora in quale fascia sarà incluso il Veneto: «Attendiamo ci sia un confronto nelle prossime ore, abbiamo però contestato per iscritto che i modelli per definire i 21 parametri non tengono conto dei tamponi rapidi e in Veneto ne facciamo oltre 10mila al giorno e non possono essere esclusi dal computo nel rapporto con i positivi rilevati infatti, così la virtuosità del Veneto rischia di essere penalizzante».

Le cose da sapere sul coronavirus

– Leggi anche: Le nuove restrizioni in vigore da domani in Italia