• Mondo
  • domenica 25 Ottobre 2020

A Varsavia sono state fermate 278 persone durante una manifestazione contro le restrizioni per la pandemia

La polizia di Varsavia ha detto di avere fermato 278 persone sabato, durante una manifestazione organizzata da alcune migliaia di persone per protestare contro le nuove restrizioni per arginare la pandemia da coronavirus decise dal governo polacco. Un portavoce della polizia ha detto che alcuni dimostranti hanno attaccato gli agenti, lanciando pietre, bottiglie e petardi. La polizia ha risposto con il lancio di lacrimogeni.

La manifestazione era stata organizzata senza osservare le indicazioni delle norme restrittive, che proprio da ieri impediscono gli assembramenti di più di cinque persone. Altre limitazioni introdotte riguardano la chiusura per due settimane di bar e ristoranti. Le scuole primarie resteranno aperte, mentre per quelle secondarie è prevista la didattica a distanza. Sono state inoltre applicate restrizioni per le persone anziane e considerate più a rischio.

Secondo i dati del governo, dall’inizio della pandemia in Polonia sono morte oltre 4.400 persone e sono stati rilevati quasi 254mila casi positivi, circa 12mila nelle ultime 24 ore.

Le cose da sapere sul coronavirus

Varsavia, Polonia (AP Photo/Czarek Sokolowski)