• sabato 10 Ottobre 2020

Le minorenni non avranno più bisogno della ricetta per acquistare la “pillola dei 5 giorni dopo”

Le minorenni che avranno bisogno di acquistare l’ulipristal acetato – commercializzato con il nome EllaOne – cioè il farmaco utilizzato per la contraccezione di emergenza fino a cinque giorni dopo il rapporto (definito “pillola dei 5 giorni dopo”), non avranno più l’obbligo di presentare una prescrizione medica.
Lo ha stabilito l’AIFA (l’Agenzia Italiana del Farmaco) con la Determina n. 998 dello scorso 8 ottobre.

«Si tratta di uno strumento altamente efficace per la contraccezione d’emergenza per le giovani che abbiano avuto un rapporto non protetto, entro i cinque giorni dal rapporto» ha detto in un comunicato il Direttore Generale dell’AIFA, Nicola Magrini, «ed è anche, a mio avviso, uno strumento etico in quanto consente di evitare i momenti critici che di solito sono a carico solo delle ragazze. Voglio sottolineare che si tratta di contraccezione di emergenza e che non è un farmaco da utilizzare regolarmente».

«Al momento dell’acquisto in farmacia» spiega Magrini «il farmaco sarà accompagnato da un foglio informativo che ha lo scopo di promuovere una contraccezione informata ed efficace ed evitare un uso inappropriato della contraccezione di emergenza. […] Ricordo infine che il farmaco è dal 2017 nella lista dei farmaci essenziali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per questa indicazione, come parte dei programmi di accesso ai farmaci contraccettivi, e che le gravidanze nelle teenager sono un importante indicatore di sviluppo di una società, che va tenuto ai minimi livelli».

Sulla “pillola del giorno dopo” le cose restano uguali

(dpa via ANSA)