• Italia
  • venerdì 7 Agosto 2020

244 persone sono risultate positive al coronavirus nel centro d’accoglienza di Treviso

In una settimana il numero di migranti positivi che si trovano in quarantena all'interno del centro è cresciuto di 100 unità

Nella serata del 6 agosto, nell’ex Caserma “Silvio Serena”, che si trova fra i comuni di Treviso e di Casier, oggi centro d’accoglienza per migranti, si è conclusa la terza fase di tamponi sugli ospiti della struttura. Ad oggi su 309 persone sottoposte ai test, 284 migranti e 25 operatori, 244 sono risultati positivi al coronavirus e 47 negativi (18 tamponi devono ancora essere processati). In una settimana il numero di migranti positivi che si trovano in quarantena all’interno del centro è cresciuto di 100 unità: dai 133 del 31 luglio agli attuali 233.

– Leggi anche: Cosa sappiamo del focolaio di coronavirus a Treviso

Il centro di accoglienza per migranti è gestito da Nova Facility, la società di Treviso che gestisce anche l’hotspot di Lampedusa. Dopo questi nuovi risultati dei test non ci saranno cambiamenti nell’organizzazione del centro e nell’isolamento dei positivi: tutti i migranti rimarranno in quarantena all’intero della struttura. Tra i contatti tracciati dei dipendenti della struttura, su 130 persone che sono state sottoposte al tampone, soltanto due sono risultate positive.

L'ex caserma di Treviso "Silvio Serena", ora centro di accoglienza per migranti (@GoogleMaps)