• Mondo
  • mercoledì 8 Luglio 2020

È morto a 32 anni il campione del mondo di snowboard Alex Pullin

Alex Pullin, due volte campione del mondo di snowboard, è morto l’8 luglio in Australia mentre stava facendo pesca subacquea in apnea. Pullin, che aveva 32 anni ed era nato a Mansfield nello stato australiano di Victoria, è morto vicino a una spiaggia  della Gold Coast del Queensland, nel nord del paese.

Pullin era soprannominato “Chumpy”, era stato il portabandiera dell’Australia alle Olimpiadi invernali di Sochi del 2014 e aveva rappresentato il suo paese nella disciplina dello snowboard cross anche alle Olimpiadi del 2010 e del 2018. Secondo quanto riferito da fonti locali Pullin sarebbe stato trovato privo di sensi sott’acqua da un subacqueo che stava facendo un’immersione e poi sarebbe stato portato a riva dai bagnini. I paramedici sono poi intervenuti nel tentativo di rianimarlo, ma senza successo.

– Leggi anche: Il più ricco contratto nella storia dello sport professionistico

Alex Pullin il 24 agosto 2017 a Mount Hotham, in Australia (Quinn Rooney/Getty Images)