• Mondo
  • mercoledì 20 Maggio 2020

Johnson&Johnson non venderà più prodotti contenenti talco negli Stati Uniti e in Canada

La multinazionale Johnson&Johnson non venderà più prodotti contenenti talco negli Stati Uniti e in Canada. La compagnia ha spiegato in un comunicato che la domanda di questi prodotti nel Nord America è fortemente diminuita negli ultimi anni sia a causa dei cambiamenti dei comportamenti dei clienti sia a causa delle numerose accuse rivolte a Johnson&Johnson da chi ritiene che quei prodotti siano cancerogeni per via della presenza di asbesto (amianto).

Da anni Johnson&Johnson deve vedersela con migliaia di cause legali legate a queste accuse: in un caso, nel 2018, era stata condannata a risarcire con 4,7 miliardi di dollari 22 donne che avevano contratto il cancro alle ovaie. Nello stesso anno, un’inchiesta di Reuters sostenne che la società sapeva da decenni delle caratteristiche cancerogene di alcuni suoi prodotti, ma che l’aveva tenuto nascosto agli enti di regolazione e ai clienti. Johnson&Johnson ha sempre respinto ogni accusa, ma dagli anni Novanta ha comunque iniziato a produrre prodotti che contengono amido di mais al posto del talco. Nel 2019 era poi stata costretta a ritirare dal mercato 33mila flaconi di un prodotto a base di talco dopo che la Food and Drug Administration vi aveva scoperto la presenza di amianto.

(Justin Sullivan/Getty Images)