• Mondo
  • sabato 16 Maggio 2020

Almeno 23 persone sono morte nel nord dell’India nello scontro tra due camion

Sabato mattina almeno 23 persone sono morte nello scontro tra due camion su un’autostrada nel nord dell’India, vicino ad Auraiya, nello stato dell’Uttar Pradesh. Le persone morte erano a bordo di uno dei due camion, proveniente da New Delhi, ed erano lavoratori che, a causa della pandemia di COVID-19, avevano perso il proprio lavoro in città e per questo stavano tornando a vivere nelle zone rurali, negli stati del Bihar, del Jharkhand e del Bengala Occidentale. Altre venti persone sono state ferite.

Il governo ha organizzato dei treni speciali per permettere a chi ha perso il proprio lavoro in città di spostarsi, ma migliaia di lavoratori sono comunque costretti a usare camion o pullman, o addirittura ad andare a piedi o in bicicletta per lunghe distanze lungo le autostrade. Nelle ultime settimane decine di lavoratori sono morti in incidenti stradali e ferroviari mentre cercavano di raggiungere le zone rurali in tutta l’India.

– Leggi anche: L’India deve riportare a casa anche centinaia di migliaia di persone

Lavoratori che hanno perso il proprio lavoro a Hyderabad, in India, in un camion per tornare nelle proprie case nelle zone rurali, il 12 maggio 2020 (La Presse/AP Photo/Mahesh Kumar A)